Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 21/04/2024, 2:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 208 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 23/06/2019, 11:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4972
Giorgio Carlo Calvi di Bèrgolo (Atene, 15 marzo 1887 – Roma, 25 febbraio 1977) è stato un generale italiano, conte Calvi di Bèrgolo e marito della principessa Iolanda di Savoia.
Partecipò alla Prima guerra mondiale come ufficiale dei bombardieri guadagnandosi sul campo una medaglia d'argento, tre di bronzo e una croce al valor militare. Negli anni immediatamente successivi al conflitto insegnò equitazione nella Regia scuola.

Nel 1923 sposò la principessa Iolanda Margherita di Savoia, primogenita del Re Vittorio Emanuele III. Dal 1935 fu ispettore della cavalleria in Libia. Viene promosso Generale di brigata dal 1° ottobre 1940. Già capo di stato maggiore dell'ufficio di collegamento con l'Armata corazzata italo-tedesca in Nord Africa nel 1941. Dal 1°marzo 1942, sostituendo il generale Gavino Pizzolato, comanderà la divisione Centauro operante poi sul fronte tunisino.

franchigia scritta a Ottorino Giannantoni ,Luogotenente Generale della Milizia, appena arrivato a Tripoli presso Comando delle legioni CCNN in Libia.
PM 11


Allegati:
Digitalizzato_20190623 (8).jpg
Digitalizzato_20190623 (8).jpg [ 349.8 KiB | Osservato 5003 volte ]
calvi di bergolo.jpg
calvi di bergolo.jpg [ 223.14 KiB | Osservato 5003 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 08/10/2019, 11:14 
Non connesso

Iscritto il: 29/09/2012, 21:24
Messaggi: 566
Buongiorno aggiungo questo nominativo nella speranza che sia mancante .--- Breve storia --- Nasce nel 1890 -- nel 1911 frequenta l'Accademia di Modena esce da Sottotenente . L' 1/04/1912 -- prima guerra col grado di tenete 4° Reggimento Fanteria , poi Capitano in Eritrea col R. Corpo Truppe Coloniali-- comanda il III° Battaglione Indigeni -- Sunto -- I° Guerra riconquista della Libia II° Campagna di Grecia poi Campagna di Tunisia - Prefetto di Milano -- 8/9/1943 Deportato in Polonia -- poi Prefetto di Bologna infine Capo della Polizia dal 1948-52 -------1) D'ANTONI GIOVANNI -- Capo di Stato Maggiore Comando IV Corpo d'Armata--
Allegato:
Commento file: 1) GENERALE D'ANTONI GIOVANNI -- 5-3-41 PM. 49 - CONFLITTO ITALO GRECO - FRONTE
DSCF1815.JPG
DSCF1815.JPG [ 2.01 MiB | Osservato 4893 volte ]
---
Allegato:
Commento file: 1) GENERALE D'ANTONI GIOVANNI --RETRO
DSCF1816.JPG
DSCF1816.JPG [ 1.8 MiB | Osservato 4893 volte ]
------ 2) D'ANTONI GIOVANNI -- Capo di Stato Maggiore- Comando IV Corpo d'Armata ---
Allegato:
Commento file: 2) GENERALE D'ANTONI GIOVANNI 29-4-41-- pm. 49 -- ALBANIA -- FRONTE
DSCF1817.JPG
DSCF1817.JPG [ 1.83 MiB | Osservato 4893 volte ]
---
Allegato:
Commento file: 2) GENERALE D'ANTONI GIOVANNI -- RETRO
DSCF1818.JPG
DSCF1818.JPG [ 1.77 MiB | Osservato 4893 volte ]
--- tanto dovevo Saluti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 08/10/2019, 17:19 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5856
Bentornato Carlo.
Roby


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/11/2019, 19:11 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2017, 12:26
Messaggi: 314
BF inviato dal Fronte Russo da S.E. il Gen. di C.d'A. GIOVANNI ZANGHIERI, Comandante il II° Corpo d'Armata (Divisioni di Fanteria "SFORZESCA", "RAVENNA" e "COSSERIA") - P.M. 20 , 30 novembre 1942 - Anno XXI° E.F.


Allegati:
ESPRESSO PM 20.jpg
ESPRESSO PM 20.jpg [ 180.7 KiB | Osservato 4818 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 25/11/2019, 22:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4972
generale Enea Navarini
qui scrive come generale comandante XXI corpo d'armata all'ammiraglio Guido Po.

4mavm, 4mbvm, ufficiale dell'Ordine militare di Savoia, grandufficiale Ordine della Corona, commendatore ordine ss.Maurizio e Lazzaro, grandufficiale dell'ordine coloniale della Stella d'Italia, grandufficiale dell'Ordine di Skandenberg, Croce tedesca in oro.

Nella foto seduto a sinistra accanto a Rommel.


Allegati:
Digitalizzato_20191125 (5).jpg
Digitalizzato_20191125 (5).jpg [ 755.43 KiB | Osservato 4748 volte ]
Bundesarchiv_Bild_183-1982-0927-502,_Nordafrika,_Navarini,_Rommel,_Diesener.jpg
Bundesarchiv_Bild_183-1982-0927-502,_Nordafrika,_Navarini,_Rommel,_Diesener.jpg [ 11.02 KiB | Osservato 4748 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 07/12/2019, 11:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4972
Generale di Divisione Bonini Silvio com. Div Venezia in Montenegro


Allegati:
Digitalizzato_20191207 (5).jpg
Digitalizzato_20191207 (5).jpg [ 760.88 KiB | Osservato 4702 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 31/12/2019, 16:46 
Non connesso

Iscritto il: 12/04/2013, 20:48
Messaggi: 630
Non so quanto possa essere importante come personaggio e se possa essere inserito tra i personaggi importanti, al limite posso sempre toglierlo su vostra indicazione.
Franchigia a firma del Console Barbieri - Comandante della 55^ Legione d'Assalto di stanza in Corsica.
Allegato:
PM64q Console Comandante 55^ Legione d'Assalto.jpg
PM64q Console Comandante 55^ Legione d'Assalto.jpg [ 374.47 KiB | Osservato 4633 volte ]

Allegato:
PM64q Console Comandante 55^ Legione d'Assalto retro.jpg
PM64q Console Comandante 55^ Legione d'Assalto retro.jpg [ 335.15 KiB | Osservato 4633 volte ]

Andrea


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 04/12/2020, 11:05 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2017, 12:26
Messaggi: 314
Ten. Col. GAETANO AMOROSO - Medaglia d'Oro al V.M.

Comandante il 12° Regg. Bersaglieri
Divisione Corazzata "LITTORIO"


AMOROSO Gaetano, nato a Roccalumera (Messina) il 3 novembre 1893.
Maggiore in s.p.e. del 1° battaglione mortai d'assalto « Littorio ».

Campagne di Guerra: 1915 - 18; A. O., 1936; O.M.S., 1938 - 39; 1940 - 45.
Decorazioni al V. M.: 2 Medaglie di Bronzo (Piave, 1918; O.M.S., 1939); Medaglia d'Oro (R. D. 14 marzo 1940) :

" Valoroso combattente della Grande Guerra, Volontario nella Campagna etiopica e di Spagna,
si distinse sempre per rara bravura ed eccezionale ardimento.
In cruenta lotta per la conquista di un abitato, offertosi volontario, alla testa del suo battaglione arditi, sbaragliò più volte l'agguerrito e tenace nemico.
Durante circa tre ore di asperrima lotta, colpito successivamente cinque volte agli arti inferiori non abbandonava il suo posto,
continuando impavido e sereno a combattere, guidare l'azione e infiammare i suoi legionari con l'esempio e con la parola.
Colpito una sesta volta e gravemente, rifiutava ancora il ricovero in luogo di cura, che accettava soltanto
dopo il personale intervento del suo generale comandante. Sprezzante di ogni dolore, in gravissimo stato, con mirabile forza d'animo,
deplorava soltanto di dover abbandonare la lotta allorchè sicura e luminosa già si delineava la completa vittoria legionaria e fascista.

- O.M.S.: Gerona - Badalona -Tordera, 26 gennaio - 2 febbraio 1939 - Anno XVII° E.F. " .


Allegati:
AICPM208.jpg
AICPM208.jpg [ 191.02 KiB | Osservato 4271 volte ]
AICPM209.jpg
AICPM209.jpg [ 172.38 KiB | Osservato 4271 volte ]


Ultima modifica di Fiamma il 04/12/2020, 21:55, modificato 2 volte in totale.
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 04/12/2020, 13:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4972
naturalmente quando si trova una corrispondenza di una medaglia d'oro, non si può che essere contenti.
a te i miei complimenti.
grazie per l'inserimento, Andrea. Ciao. Enrico


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 05/12/2020, 11:16 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5856
CINO MOSCATELLI nome di battaglia di VINCENZO MOSCATELLI
Comandante Partigiano Novara 3.2.1908 - Borgosesia 31.10.1981
Antifascista, Partigiano e Politico italiano
Perseguitato da sempre dal regime, più volte incarcerato e torturato. Organizza la resistenza e per il coraggio e la determinazione diventa un capo leggendario arrivando a comandare 3000 uomini. in suo nome fioriscono tante canzoni partigiane. Il 10.6.44 forma la Zona Libera della Valsesia, la seconda in Italia dopo L'Ossola. Libera Novara e con altre forze entra trionfalmente a Milano. Per meriti militari è congedato col grado di Tenente Colonnello. Sarà sindaco di Novara, Deputato,Senatore e viceministro.
Medaglia d'Argento per meriti di guerra
Distintivo di Volontario della Libertà
Medaglia di Bronzo U.S.A.
Medaglia di Onore Partigiano Polacca
Medaglia dell'Ordine dei Partigiani Cecoslovacca


Allegati:
330px-Moscatelli_2.jpg
330px-Moscatelli_2.jpg [ 37.4 KiB | Osservato 4253 volte ]
img587.jpg
img587.jpg [ 381.02 KiB | Osservato 4253 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 07/12/2020, 21:04 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2017, 12:26
Messaggi: 314
Contrammiraglio UBALDO degli UBERTI
Capo Ufficio Collegamento Stampa della Regia Marina

(Napoli, 10 marzo 1881 – Vicenza, 27 aprile 1945)

Discendente del nobile ghibellino Farinata degli Uberti,prestò servizio con la Regia Marina durante la prima Guerra Mondiale.
Nella seconda Guerra Mondiale ricoprì ruoli di responsabilità nell'Ufficio Stampa della Regia Marina.

Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, non ebbe dubbi da che parte stare ed aderì alla Repubblica Sociale Italiana; proseguì la sua attività all'interno della neo costituita Marina Nazionale Repubblicana, assumendo la guida dell'Ufficio Stampa.

Più tardi divenne anche Direttore del quindicinale Marina Repubblicana.

Il 26 aprile 1945 alcuni uomini del battaglione "Pegaso" della Xª Flottiglia MAS posto a presidio del Sottosegretariato alla Marina Repubblicana a Montecchio Maggiore intervennero per impedire il saccheggio del magazzino del battaglione da parte della popolazione. Ma furono attaccati da un piccolo reparto tedesco in ritirata, composto da volontari russi, che li aveva erroneamente confusi con dei nemici.
Durante lo scontro giunse l'automobile dell'ammiraglio Degli Uberti cui fu intimato l'alt, ma quando questi fece per scendere dalla vettura i russi aprirono il fuoco ferendolo mortalmente.


Allegati:
AICPM214 B.jpg
AICPM214 B.jpg [ 206.43 KiB | Osservato 4235 volte ]
AICPM215 A.jpg
AICPM215 A.jpg [ 206.93 KiB | Osservato 4235 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 08/12/2020, 10:32 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5856
ACHILLE MARAZZA
Borgomanero 20.7.1894 - Verbania 8.2.67
Antifascista,Membro del C.L.N. Alta Italia , Politico italiano.Partecipò con Sandro Pertini, Riccardo Lombardi e Raffaele Cadorna alla trattativa a Milano dal Cardinale Schuster per la resa di Mussolini. Fu piu volte sottosegretario e ministro del lavoro.
Roby


Allegati:
img608.jpg
img608.jpg [ 282.99 KiB | Osservato 4228 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 08/12/2020, 14:16 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2017, 12:26
Messaggi: 314
Generale di Brigata CARLO VIALE
Comandante la 158^ Divisione di Fanteria "ZARA"

CF inviata al Comandante della Scuola Bersaglieri di POLA
Col. Giovanni GUIDOTTI
P.M. 141 (DALMAZIA)
3 settembre 1942 - Anno XX° E.F.


Allegati:
AICPM222.jpg
AICPM222.jpg [ 157.05 KiB | Osservato 4224 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 08/12/2020, 22:09 
Non connesso

Iscritto il: 03/12/2017, 12:26
Messaggi: 314
Generale di Brigata FERRANTE GONZAGA del VODICE - Medaglia d'Oro al Valor Militare
Comandante la 222^ Divisione Costiera


Rifiutò di arrendersi ai Tedeschi un'ora dopo la notizia dell'Armistizio.
Fu il primo Caduto italiano dopo l'8 settembre.


(Torino, 6 marzo 1889 – Eboli, 8 settembre 1943)

Dopo aver partecipato alla guerra di Libia ed alla Prima Guerra Mondiale, nel 1926 era stato assegnato presso il Comando del Corpo d'Armata di Roma.
Ebbe poi, nel 1936, da Colonnello, il comando del 1º Reggimento Artiglieria “Cacciatori delle Alpi” a Foligno.
La Seconda Guerra Mondiale lo vide comandare l'artiglieria del XIII Corpo d'armata a Cagliari (dal 10 giugno 1940) e quindi, promosso generale di brigata il 1º luglio 1940, a Elbasan, in Albania, al comando del XXV° (dall'8 aprile al 1º novembre 1942).


Il 10 febbraio 1943 gli fu affidato il comando della 222ª Divisione costiera dislocata nel salernitano.
Dopo l'armistizio dell'8 settembre i tedeschi avviarono l'operazione Achse che prevedeva il disarmo di tutti i reparti italiani in armi.
Già da alcuni giorni il generale Gonzaga aveva iniziato a prepararsi per ogni evenienza, e diramò tempestivi ordini ai reparti di non consegnare le armi ai tedeschi, ma di raggrupparsi e prepararsi a resistere.
In località Buccoli, nel comune di Eboli il generale Gonzaga fu raggiunto con il proprio reparto da un raggruppamento tedesco che gli intimò la resa. Gonzaga rifiutò di arrendersi gridando ai propri uomini: "Un Gonzaga non si arrende mai".
Impugnata la propria pistola fu però ucciso con una raffica di mitra: erano le 20.30 circa dell'8 settembre 1943.

Motivazione della Medaglia d'Oro al Valor Militare

«Generale comandante di una divisione costiera, avuta notizia della firma dell’armistizio tra l’Italia e le Nazioni Unite, impartiva immediatamente gli ordini del caso per opporsi ad atti ostili da parte delle truppe germaniche, pronto a tutto osare per mantenere fede alla consegna ricevuta dal Governo di S.M. il Re. Mentre si trovava con pochi militari ad un osservatorio, invitato da un ufficiale superiore germanico — scortato da truppa armata — ad ordinare la consegna delle armi dei reparti della Divisione, opponeva un reciso rifiuto. Minacciato a mano armata dall’ufficiale germanico, insisteva nel suo fermo atteggiamento e portando a sua volta la mano alla pistola, ordinava ai propri dipendenti di resistere con le armi alle intimazioni ricevute, quando una scarica di moschetto automatico nemico l’uccideva all’istante. Chiudeva così la sua bella esistenza di soldato, dando mirabile esempio di elevate virtù militari, cosciente sprezzo del pericolo, altissimo senso del dovere.»
— Buccoli di Conforti (Salerno), 8 settembre 1943


Allegati:
ferrante_vincenzo_gonzaga (1).jpg
ferrante_vincenzo_gonzaga (1).jpg [ 13.23 KiB | Osservato 4213 volte ]
AICPM223.jpg
AICPM223.jpg [ 169.25 KiB | Osservato 4213 volte ]
AICPM224.jpg
AICPM224.jpg [ 130.53 KiB | Osservato 4213 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 25/12/2020, 19:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4972
generale di divisione ROBERTO LERICI

Roberto Lerici (Verona, 2 marzo 1887 – Genova, ...), veterano della guerra italo-turca, della prima guerra mondiale e della guerra d'Etiopia. Durante il corso della seconda guerra mondiale fu comandante della 25ª Divisione fanteria "Bologna", e successivamente della 52ª Divisione fanteria "Torino" che comandò durante il corso della campagna di Russia. Rientrato in Patria dopo la disfatta dell'ARMIR, fu successivamente promosso generale di corpo d'armata e posto al comando del IX Corpo d'armata, avente Quartier generale a Putignano, in Puglia. All'atto dell'armistizio dell'8 settembre 1943, e nei giorni seguenti, cercò vanamente di opporsi ai tedeschi. Decorato con la Croce di Cavaliere e quella di Ufficiale dell'Ordine militare di Savoia, e con tre Medaglie d'argento al valor militare.



Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare di Savoia
— Regio Decreto 24 dicembre 1942
Ufficiale dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine militare di Savoia
— Regio Decreto 9 giugno 1943
Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
«Con ordine ed abilità guidò per due volte all'assalto e, ferito ad una spalla, volle ancora partecipare al terzo assalto. Sidi Abdallah (Derna), 3 marzo 1912.»

Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
«Inviato dal comando d'armata presso il comando di una brigata, quale ufficiale di collegamento, oltre a disimpegnare tale compito in modo lodevole e pienamente rispondente allo scopo, in seguito al parziale sfondamento da parte del nemico di un tratto della nostra occupazione, si recava di sua iniziativa in prima linea, dove più serio era il pericolo e più difficile la situazione, e, noncurante del grave rischio, ma con calma e serena visione della situazione, raccoglieva e inviava preziose notizie e apprezzamenti che riuscirono di efficacissimo aiuto all'azione di comando nella preparazione e direzione del contrattacco felicemente riuscito. Fulgido esempio di sprezzo del pericolo e coscienza del dovere imposto dalle proprie mansioni. Cadore-Monte Piana, 22-23 ottobre 1917.»

Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
«Viaggiatore di un treno fatto deragliare e assediato per venticinque ore dai ribelli numerosi e bene armati, coadiuvava con slancio e perizia il suo superiore attuando prontamente e con risolutezza i suoi ordini per assicurare la prima difesa dei viaggiatori. Teneva fortemente in mano i pochi tiratori affidatigli, imponeva una severa disciplina di fuoco necessaria a prolungare la difesa per la scarsezza delle munizioni, si prodigava, capo e combattente nello stesso tempo, sprezzante d'ogni pericolo, consigliando, animando, ordinando, specialmente là dove più grave era il rischio, cooperando in tal modo al lungo protrarsi della resistenza fino all'arrivo del soccorso. Esempio di magnifico spirito di guerriero. Casello di Zalalakà, 6-7 luglio 1936.»

Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— Regio decreto 19 dicembre 1940
Medaglia commemorativa della guerra 1915-1918 - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa della guerra 1915-1918

Medaglia a ricordo dell'Unità d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia a ricordo dell'Unità d'Italia

Medaglia interalleata della Vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia interalleata della Vittoria


Allegati:
Digitalizzato_20201225 (12).jpg
Digitalizzato_20201225 (12).jpg [ 154.42 KiB | Osservato 4155 volte ]
Lerici_Roberto.jpg
Lerici_Roberto.jpg [ 38.86 KiB | Osservato 4155 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 21/02/2021, 15:36 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5856
Generale Alessandro Gloria
Comandante della Divisione Modena in Albania e Grecia P.M. 37 11.5.41
Roby


Allegati:
PM 37 - 14.5.41 (26,3 L).jpg
PM 37 - 14.5.41 (26,3 L).jpg [ 83.26 KiB | Osservato 4046 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 04/10/2021, 7:40 
Non connesso

Iscritto il: 15/01/2017, 20:34
Messaggi: 224
PM 22 (Albania) 11 settembre 1939
mittente: Generale Giovanni Battista Oxilia al comando dell'artiglieria del XXVI corpo in Albania

Allegato:
2127.jpg
2127.jpg [ 1002.53 KiB | Osservato 3453 volte ]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22/10/2021, 17:21 
Non connesso

Iscritto il: 29/09/2012, 21:24
Messaggi: 566
Buonasera aggiungo senzza descirione di merito alcuni alti graduati del nostro esercito . Lascio avoi la ricerca --- 1) MARINETTI GIULIO -- Generale - Comandante Artiglieria 2° Armata --
Allegato:
Commento file: 1) GENERALE MARINETTI GIULIO
DSC02017.JPG
DSC02017.JPG [ 4.93 MiB | Osservato 3351 volte ]
--
Allegato:
Commento file: 1) GENERALE MARINETTI GIULIO
DSC02018.JPG
DSC02018.JPG [ 4.88 MiB | Osservato 3351 volte ]
-- 2) REDAELLI PIETRO -- Generale R.E.M. --3° Genio Caserma Umberto -- Pavia --
Allegato:
Commento file: 2) GENERALE REDAELLI PIETRO
DSC02019.JPG
DSC02019.JPG [ 4.26 MiB | Osservato 3351 volte ]
--
Allegato:
Commento file: 2) GENERALE REDAELLI PIETRO
DSC02020.JPG
DSC02020.JPG [ 4.11 MiB | Osservato 3351 volte ]
-- 3) Generale di Brigata -- da decifrare --- 2° Comando Guardia alla Frontiera --
Allegato:
Commento file: 3) GENERALE DI BRIGATA - DA DECIFRARE
DSC02021.JPG
DSC02021.JPG [ 4.54 MiB | Osservato 3351 volte ]
--
Allegato:
Commento file: 3) GENERALE DI BRIGATA --- DA DECIFRARE
DSC02022.JPG
DSC02022.JPG [ 3.47 MiB | Osservato 3351 volte ]
-- 4) Generale di Brigata -- RUGGERO CASSARI -- Comando MIlitare Territoriale di Udine ---
Allegato:
Commento file: 4) GENERALE DI BRIGATA - RUGGERO CASSARI
DSC02023.JPG
DSC02023.JPG [ 4.06 MiB | Osservato 3351 volte ]
--- 5) Colonnello EDOARDO DE PINEDO -- Comandante 63° reggimento Fanteria ---
Allegato:
Commento file: 5) COLONNELLO EDOARDO DE PINEDO
DSC02024.JPG
DSC02024.JPG [ 4.36 MiB | Osservato 3351 volte ]
--
Allegato:
Commento file: 5) COLONNELLO EDOARDO DE PINEDO
DSC02026.JPG
DSC02026.JPG [ 4.24 MiB | Osservato 3351 volte ]
-- 6) Collonello -- PASI SILVIO -- Delegazione Trasporti Militari n° 604 --
Allegato:
Commento file: 6) COLONNELLO PASI SILVIO
DSC02025.JPG
DSC02025.JPG [ 4.71 MiB | Osservato 3351 volte ]
--
Allegato:
Commento file: 6) COLONNELLO PASI SILVIO
DSC02027.JPG
DSC02027.JPG [ 4.32 MiB | Osservato 3351 volte ]
--- 7)Capitano di Vascello -- GIACOMO PERISSINOTTI BISONI --- Comandante Scuola Meccanici di Venezia---
Allegato:
Commento file: 7) CAPITANO DI VASCELLO GIACOMO PERISSINOTTI BISONI
DSC02028.JPG
DSC02028.JPG [ 4.51 MiB | Osservato 3351 volte ]
---
Allegato:
Commento file: 7) CAPITANO DI VASCELLO GIACOMO PERISSINOTTI BISONI .
DSC02029.JPG
DSC02029.JPG [ 4.75 MiB | Osservato 3351 volte ]
e' tutto. Saluti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 29/12/2021, 0:08 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:21
Messaggi: 362
tenente colonnello Achille Motta, nato a Bussolengo (Verona) il 19 Gennaio 1895, menzionato nel novero degli eroi italiani della Federazione dei Fasci di Combattimento, elaborate dal Federale Mario Colasanti il 18 Settembre 1942-XX, per le esigenze della Mostra della Rivoluzione fascista.

Tenente Colonnello dei Bersaglieri, Comandante la Base della Divisione “Ariete”, caduto ad El
Alamein (Egitto) il 5 Luglio 1942.

Allegato:
pm 132 motta.jpg
pm 132 motta.jpg [ 323.51 KiB | Osservato 3173 volte ]


Allegato:
pm 132 motta retro.jpg
pm 132 motta retro.jpg [ 257.7 KiB | Osservato 3173 volte ]


il testo è interassintissimo e parla della riconquista di tobruk. Parla delle fortificazioni di tobruk, dei prigionieri e delle provviste recuperate con immagini molto vive ...

Allegato:
pm 132 motta interno.jpg
pm 132 motta interno.jpg [ 940.22 KiB | Osservato 3173 volte ]


avrete notato che la data è il 4 luglio 42 e chi scrive è il Maggiore Motta.
La cosa veramente toccante è che il giorno dopo il 5 luglio il maggiore motta viene promosso tenente colonello e muore nella prima battaglia di el alamein


Dal libro "I figli del vento e della vittoria" di Fausto Mandell

" Ad El Dabah il 5 luglio dell'anno dopo (1942) l'ospedale da campo rigurgitava di feriti e di moribondi; i chirurghi non riuscivano a fronteggiare il lavoro. Barelle e autoambulanze scaricavano in continuazione il loro prezioso straziante fardello. Ad un giovane tenente medico portarono un ferito in condizioni disperate, con il ventre squarciato, ma calmo e sereno; « non perdere il tuo tempo con me dottore; sono un soldato e so che devo morire; occupati invece di quelli che devono vivere ». E' la risposta di Achille Motta maggiore anche lui del grande 8° comandante la base della Divisione Ariete e non aveva ancor visto l'ordine del giorno che lo promuoveva tenente colonnello. Lo seppelliranno nel cimitero del luogo in prima fila e con scritto sulla croce il suo nuovo grado."

credo sia un documento degno di nota

Umberto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 29/12/2021, 10:52 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5856
E' una bella testimonianza Umberto, complimenti. Dovresti postarla anche nel thread "Lettere dal fronte" Ciao
Roby


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 208 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010