Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 20/11/2019, 13:24

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 139 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: personaggi importanti
MessaggioInviato: 07/10/2016, 20:36 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
Come fatto da Ricordidiguerra , che saluto e spero partecipi postando anche qui il suo molto materiale interessante, per la seconda GM, vorrei che postassimo in questo thread i pezzi delle nostre corrispondenze dove sono protagonisti o anche citati personaggi illustri della prima guerra mondiale.
Già sparse da altre parti ho visto testimonianze relative, si tratta ora di dar loro una unica evidenza...

Inizio col retro di una cartolina illustrata reggimentale della Brigata Brescia con timbro e firma autografa del generale Guglielmo Cartia.

Guglielmo Cartia (Ragusa, 2 febbraio 1865 – 1944) è stato un generale e saggista italiano.
Nel 1896 venne inviato in Africa, da sottotenente di nuova nomina, partecipando alla battaglia di Adua[2]. Quando venne dichiarato l'inizio della prima guerra mondiale, Cartia era di stanza a Rodi, in Grecia, con l'incarico di comandante del 26º Battaglione bersaglieri "Castelfidardo" inquadrato nel 4º Reggimento bersaglieri con il grado di maggiore e nel luglio 1916 rientrò in Italia e venne destinato al comando del 96º Reggimento fanteria sul fronte dell'Isonzo.
Fu ferito a Merna e, rifiutando un periodo di congedo, assunse subito il comando del 3º Reggimento bersaglieri. Nell'agosto 1917, promosso generale, gli venne affidato il comando della Brigata meccanizzata "Brescia" e venne destinato all'altopiano della Bainsizza. Resistette per 35 giorni prima di subire la disfatta di Caporetto con la sua Brigata.
Nell'aprile del 1918 venne inviato a combattere in Francia con il II CdA e infine mandato in Belgio per la vigilanza delle frontiere.


Allegati:
cartia guglielmo.jpg
cartia guglielmo.jpg [ 26.07 KiB | Osservato 6170 volte ]
img393.jpg
img393.jpg [ 464.98 KiB | Osservato 6361 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 10/10/2016, 22:39, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 08/10/2016, 11:30 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
corrispondenza del generale Lorenzo Ferraro, direttore superiore depositi centrali


Allegati:
img394.jpg
img394.jpg [ 479.05 KiB | Osservato 6350 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 08/10/2016, 11:32 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
Pietro Maletti , capitano nella 1GM, poi generale comandante del famoso omonimo raggruppamento in Africa Settentrionale nella 2GM.

Partecipò alla prima guerra mondiale conquistandosi il grado di maggiore nel 1917. Nell'agosto del 1917 venne inviato in Libia dove rimase con brevissime interruzioni fino al 1934.
Nel luglio del 1927 alla volta della Cirenaica dove nel gennaio 1931 prese parte alla conquista dell'oasi sahariana di Cufra.
Nel gennaio del 1935 fu trasferito in Somalia dove assunse il comando del 1º raggruppamento arabo somalo, comando che tenne per tutta la campagna e che gli valse la promozione a generale di brigata per meriti di guerra.
Rimpatriò come Generale di Divisione nel 1939 e fu destinato al comando della 28ª Divisione fanteria "Aosta", a Palermo, ma nel giugno del 1940 fece ritorno in Africa, in Libia dove prese il comando di uno speciale raggruppamento libico che prese il suo nome. Morì nel campo trincerato di Alam el Nibewa, avamposto di Sidi el Barrani il 9 dicembre 1940 durante l'operazione Compass.

Comandante in Etiopia durante le repressioni su civili.

Durante la sua lunga carriera gli furono conferite tre medaglie d'argento al Valor Militare (in Tripolitania nel 1917, in Cirenaica nel 1928 e in Africa Orientale nel 1938), due medaglie di bronzo (sul fronte italiano nel 1916 e in Tripolitania nel 1919), una croce di guerra al Valor Militare (in Tripolitania nel 1917) e il cavalierato dell'Ordine Militare d'Italia (in Africa Orientale nel 1936)[1]. Ebbe anche due promozioni per meriti di guerra: a colonnello nel 1931 e a generale di brigata nel 1936. Per il suo comportamento nella difesa del campo trincerato gli fu conferita la medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria.


Allegati:
Pietro_Maletti.jpg
Pietro_Maletti.jpg [ 33.44 KiB | Osservato 6170 volte ]
img395.jpg
img395.jpg [ 448.68 KiB | Osservato 6350 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 10/10/2016, 22:40, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 08/10/2016, 19:37 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3940
Complimenti Enrico, mi augoro che questo importante argomento abbia un grande seguito.
Roby


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 08/10/2016, 21:11 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
Cristoforo Baseggio allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, vi prese parte col grado di tenente, riuscì a farsi assegnare il comando di un nucleo di 70 volontari alpini denominato “Chieti”, divenendo al tempo stesso ufficiale d’ordinanza del gen. Graziani. Il 16 ottobre 1915 fondò a Strigno la “1° Compagnia Volontari Esploratori” o “Compagnia della Morte” della quale facevano parte gli “arditi” e si meritò numerose ricompense al valore fra cui diverse medaglie d’argento, una croce di guerra francese e una croce d’argento inglese.


Allegati:
baseggio cristoforo.jpg
baseggio cristoforo.jpg [ 70.13 KiB | Osservato 6170 volte ]
img396.jpg
img396.jpg [ 527.69 KiB | Osservato 6289 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 10/10/2016, 22:44, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 9:20 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
Enrico Caviglia qui scrive come comandante dell' ottavo corpo d'armata.

Dopo essere stato in Eritrea nel 1888 e 1896(Adua), nel 1903 viene mandato come addetto militare straordinario presso Tokio con il compito di seguire l'imminente guerra russo-giapponese e, una volta terminato il conflitto, rimane a Tokio e Pechino fino al 1911 (tenente colonnello ed aiutante onorario di campo del Re (1908)). Nel 1912 in Libia.
Nell'estate 1915, poco dopo lo scoppio della Prima guerra mondiale, ottenne il grado di maggior generale. Nel 1916 guadagnò la Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia. Nel giugno del 1917 fu promosso generale di corpo d'armata per meriti di guerra.
Per il suo comportamento durante la ritirata di Caporetto e la precedente difesa proprio sull'Isonzo ricevette la Medaglia d'Argento al Valor Militare.
Conclusesi le ostilità re Giorgio V del Regno Unito lo ordinò Commendatore dell'Ordine del Bagno ed acquisì il titolo di Sir.
Nell'immediato dopoguerra (1919) Caviglia fu nominato Senatore del Regno, ricoprì l'incarico di Ministro della Guerra nel primo governo Orlando e ricevette l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Militare di Savoia.
Furono le truppe al suo comando a "sgomberare" D'Annunzio da Fiume nel 1920.
Nel 1926 gli fu conferito il grado di Maresciallo d'Italia e nel 1930 il re Vittorio Emanuele III lo investì Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata.


Allegati:
Enrico_Caviglia.jpg
Enrico_Caviglia.jpg [ 20.74 KiB | Osservato 6170 volte ]
img397.jpg
img397.jpg [ 516.87 KiB | Osservato 6253 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 10/10/2016, 22:45, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 10:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Enrico ti prego di scusarmi per l'O.T. ma non mi pareva il caso di aprire un nuovo post per questo personaggio importante della Guerra Italo- Turca e non solo. Si tratta di GIOVANNI AMEGLIO citato nella mia cartolina (Brigata Ameglio) inviata al Conte De Rege Di Donato Luigi, Capitano di Fanteria della sua brigata alle trincee di Bengasi in Cirenaica, dal Pretore di Castelnuovo D'Asti in data 15 Gennaio 1912. Distinti saluti Marangoni Riccardo.

Giovanni Ameglio

Nato a Palermo da una famiglia aristocratica, Giovanni Ameglio entrò giovanissimo nell'esercito italiano uscendo dalle scuole di perfezionamento militare nel 1875 col grado di tenente.

Promosso al rango di capitano, partecipò alla campagna africana dal 1885 al 1897 e comandò il distaccamento italiano in Estremo Oriente (Tientsin) dal 1902 al 1905.

Maggior generale nel 1910, sebbene non più giovane e con alle spalle, nel complesso, una modesta carriera si distinse nella Guerra italo-turca dove diede prova di particolare acume tattico e strategico dimostrandosi un eccellente e, soprattutto, risoluto comandante coloniale. Fu il collaboratore del Generale Ottavio Briccola coadiuvandolo egregiamente nella conquista e pacificazione di Bengasi e della Cirenaica.

Nel corso della stessa guerra guidò l'occupazione dell'isola di Rodi nel maggio 1912. Le consistenti truppe italiane[1] sbarcarono in forze a Calitea il 4 maggio per concludere le operazioni di conquista il 17 quando, con un'imponente azione combinata terrestre e anfibia su tre direttrici convergenti (da Rodi, Calavarda e Malona), il generale Ameglio ebbe ragione dell'ultima resistenza delle deboli forze turche a Psithos. Rivestì quindi la carica di Comandante delle isole occupate dell'Egeo fino al 14 ottobre 1913.

Governatore della Cirenaica e della Tripolitania.
Promosso Tenente generale per merito di guerra nel 1912 fu poi governatore della Cirenaica italiana dall'ottobre 1913 al 5 agosto 1918 e governatore della Tripolitania italiana dal 1915 al 5 agosto 1918. Fu nominato senatore nel 1920 e comandò la Guardia regia dal luglio 1920 all'ottobre 1921. Ritiratosi dopo quest'ultimo atto a vita privata, morì nel dicembre di quello stesso anno.

Massone, fu membro della loggia romana "Propaganda massonica" del Grande Oriente d'Italia, in seguito il 21 marzo 1910 fu tra i fondatori della Serenissima Gran Loggia, dove ricoprì la carica di Gran Porta Stendardo, Sovrano grande ispettore generale, membro effettivo del Supremo Consiglio del 33° e massimo grado per l'Italia e le sue dipendenze e colonie del Rito scozzese antico ed accettato, nel 1918 fu nominato Luogotenente Sovrano Gran Commendatore onorario[4].

Onorificenze:

Monumento del 1913 al generale Giovanni Ameglio, città medievale di Rodi.
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Commendatore dell'Ordine militare di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine militare di Savoia
— 16 marzo 1913[5]
Medaglia d'argento al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al valor militare
Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
Croce d'oro per anzianità di servizio (40 anni) - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'oro per anzianità di servizio (40 anni)
Medaglia commemorativa delle campagne d'Africa - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa delle campagne d'Africa.


Allegati:
GENERALE AMEGLIO FOTO.jpg
GENERALE AMEGLIO FOTO.jpg [ 21.62 KiB | Osservato 6250 volte ]
FRONTE GEN.AMEGLIO.jpg
FRONTE GEN.AMEGLIO.jpg [ 6.08 MiB | Osservato 6250 volte ]
RETRO GEN.AMEGLIO.jpg
RETRO GEN.AMEGLIO.jpg [ 5.12 MiB | Osservato 6250 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 13:45 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
ciao Riccardo, spero di vederti postare anche altre cose della 1 g.m., che assieme ad altri argomenti ha bisogno di essere "rivitalizzata"...
Io cmq. il Generale Ameglio lo metterei anche nella guerra di Libia, in maniera che chi apre per interesse quell'argomento lo trovi anche al suo posto.
nelle nostre collezioni abbiamo sicuramente pezzi da inserire anche in questo thread e li aspetto con impazienza. Io riguardando la 1 GM ne sto trovando e li posterò... ;)

Ora inserisco una franchigia scritta dal Tenente Tito Paresi, ardito, 2 m.a.v.m., appartenente al III reparto d'Assalto della III Armata, autore di un famoso diario della propria esperienza di ardito.


Allegati:
img401.jpg
img401.jpg [ 511.99 KiB | Osservato 6243 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 13:47 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
PM Intendenza Generale 10/10/15
da ufficiale del Genio GIOVANNI BACHELET alla moglie Maria.
Sono i genitori di Vittorio, politico repubblicano ucciso dall B.R. nel 1980.


Allegati:
img405.jpg
img405.jpg [ 563.84 KiB | Osservato 6242 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 14:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Va bene Enrico, prossimamente aprirò un nuovo post PERSONAGGI IMPORTANTI nello spazio dedicato alla Guerra Italo-Turca, che come giustamente affermi tu per la 1GM ha anch' essa bisogno di essere rivitalizzata... Distinti saluti Marangoni Riccardo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 15:16 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
VACCARI GAETANO
Maggior Generale
comandante della Brigata Como da 1/11/1915 a 29/4/1917
comandante della Brigata Campania da 16/11/1917 a 3/4/1918


Allegati:
img404.jpg
img404.jpg [ 564.49 KiB | Osservato 6231 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 16:56 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
Posta Militare Uff. PRESSO COMANDO SUPREMO 1/6/1916

PIETRO GAZZERA
Promosso capitano nel 1910, partecipa alla guerra italo-turca nel 1911, e l'anno seguente viene insignito della Medaglia d'Argento al Valor Militare. Durante la Prima guerra mondiale presta servizio come addetto al reparto operazioni del Comando supremo, e successivamente a quello della 6ª Armata.
Al termine delle ostilità, con il grado di brigadiere generale, è plenipotenziario italiano nella commissione armistiziale, ed in tale veste risulta tra i firmatari dell'Armistizio di villa Giusti. Dopo la fine della guerra diviene comandante della Brigata di fanteria Basilicata, poi vicecomandante della Scuola di guerra, ed infine presidente del Tribunale militare speciale di Torino. Nel 1923 è inviato in Albania come presidente della commissione internazionale di delimitazione dei confini, succedendo al generale Enrico Tellini, rimasto ucciso in un attentato.
Sotto il fascismo il 24 novembre 1928 fu nominato da Mussolini Sottosegretario di Stato al Ministero della guerra, e dal 12 settembre 1929 Ministro della guerra.
Il 30 ottobre 1933 viene nominato senatore del Regno.
Nel 1938 viene richiamato in servizio e nominato Governatore di Galla e Sidama, nella parte meridionale dell'Etiopia, con capitale Gimma. Il 6 luglio 1941, si arrese alle forze belghe del generale Gilliaert, provenienti dal Congo Belga.
Dal 23 maggio al 6 luglio 1941, in seguito alla resa del Duca d'Aosta fu governatore dell'Africa Orientale Italiana e viceré d'Etiopia.
Fu prigioniero in Kenya, India e poi negli Stati Uniti.


Allegati:
Pietro_Gazzera.jpg
Pietro_Gazzera.jpg [ 27.55 KiB | Osservato 6170 volte ]
img402.jpg
img402.jpg [ 430.7 KiB | Osservato 6213 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 10/10/2016, 22:47, modificato 1 volta in totale.
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 18:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Posto questa cartolina autografa del Ministro MARCELLO SOLERI. Distinti saluti Marangoni Riccardo.

MARCELLO SOLERI

Marcello Soleri (Cuneo, 28 aprile 1882 – Torino, 22 luglio 1945) è stato un politico e ufficiale degli Alpini italiano.

Insieme a Giovanni Giolitti, Benedetto Croce e Luigi Einaudi, è considerato il quarto grande liberale italiano del Novecento.

Suo padre, Modesto Soleri, nativo di Dronero e ingegnere capo presso la Provincia, subisce nel 1894, nell'ambito della repressione dei democratici da parte del governo Crispi, la condanna al confino, da scontare a Taggia, per sospetta cospirazione socialista. Il padre inculca nei figli, Marcello ed Elvio, un forte sentimento del dovere, sentimento fondato anche sulle letture dei "Doveri degli uomini" di Silvio Pellico e dei "Doveri dell'uomo" di Giuseppe Mazzini.

Marcello rimane orfano presto e solo con l'aiuto di alcuni amici può continuare gli studi e laurearsi in giurisprudenza. Tra questi c'è Giovanni Giolitti, di padre sandamianese e deputato del collegio di Dronero e Valle Maira.

Nel 1912 diventa sindaco di Cuneo a capo del partito liberaldemocratico e sostiene la costruzione della nuova stazione ferroviaria sull'altipiano e del grande viadotto all'ingresso della città, dedicato a suo nome in occasione della ricostruzione dopo il secondo conflitto mondiale. Nel 1913 è eletto deputato.

Prima guerra mondiale

Nel 1914 e 1915 vive il dramma dell'ingresso in guerra dell'Italia. Giolitti è contrario. Soleri, invece, ha molti amici interventisti anche nelle terre irredente, tra i quali Cesare Battisti. Alla fine, da deputato, sceglie di arruolarsi come volontario e il 19 maggio 1917 subisce una grave ferita che gli vale la medaglia d'argento.

Il 20 ottobre 1918 a San Damiano Macra, da deputato al Parlamento e capitano degli Alpini, pronuncia il discorso, nella circostanza dell'intitolazione della ex strada della Confraternita, in memoria del capitano Aldo Beltricco, caduto sul Pasubio il 10 settembre 1916 e decorato di medaglia d'oro al V. M.

Il Ventennio

Nel 1919 è sottosegretario alla Marina e poi all'Industria, con delega agli approvvigionamenti e ai consumi alimentari, nel primo governo Nitti. Nel novembre dello stesso anno è rieletto deputato, insieme a Giolitti. Nitti lo riconferma nel suo secondo ministero. Giolitti nel governo dal giugno 1920 fino al luglio del 1921 lo incarica di abolire il prezzo politico del pane, abolizione molto impopolare, ma necessaria a risanare il bilancio dello Stato. Nel 1921, nel governo Bonomi, è ministro delle Finanze e nel 1922, nel secondo governo Facta, è ministro della guerra, il più giovane tra i ministri. In tale veste scrive, nell'ottobre del 1922, la proclamazione dello stato d'assedio che avrebbe permesso di bloccare i fascisti, ma il Re non lo firma, anzi chiama Mussolini a formare il nuovo governo. Nelle elezioni del 1924 viene nuovamente confermato deputato. Non aderisce agli "aventiniani", ma neppure si fa cooptare dal fascismo. Preferisce dimettersi e vivere in dignitoso isolamento.

Dal 1943 al 1945 È tra gli uomini consultati dal Re alla vigilia del rovesciamento di Mussolini nel luglio del 1943. L'8 giugno 1944, Ivanoe Bonomi, capo del governo subentrato a Badoglio, lo nomina ministro del Tesoro, carica che gli viene confermata l'anno seguente da Ferruccio Parri, presidente del Consiglio.

Marcello Soleri nella carica di ministro del tesoro, nel dopoguerra si trova a collaborare con un altro grande il cui padre era di San Damiano Macra e cioè Luigi Einaudi, governatore della Banca d'Italia e futuro presidente della Repubblica. Insieme furono due europeisti convinti.

Marcello Soleri oltre all'impegno politico, fu tra quegli alpini che anche in tempo di guerra cercò di mantenere viva l'Associazione Nazionale Alpini e dal 4 giugno 1944 al 22 luglio 1945 ne fu Presidente.


Allegati:
MARCELLO SOLERI.jpg
MARCELLO SOLERI.jpg [ 86.56 KiB | Osservato 6202 volte ]
FRONTE AUTOGRAFO MIN.SOLERI.jpg
FRONTE AUTOGRAFO MIN.SOLERI.jpg [ 6.91 MiB | Osservato 6203 volte ]
RETRO AUTOGRAFO MIN.SOLERI.jpg
RETRO AUTOGRAFO MIN.SOLERI.jpg [ 8.66 MiB | Osservato 6203 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 19:57 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
propongo un'altra corrispondenza di guerra... ;) ..."sono da pochi giorni nella bella Grado, con un mucchio di lavoro...La mia squadra volante lavora a meraviglia..."
Scrive il sottotenente PIERO NEGRO

(Pierre La Pipe) autore di testi come "Nidi d’Aquile" e "Vola Balilla", del primo "Annuario d’aeronautica italiana", fondatore del giornale "L’Aquilone", del primo Sindacato Motoristi d’Aviazione, del primo Gruppo Preavieri dei Giovani Fascisti, del gruppo "Gino Lisa" a Torino, della prima Scuola di modelli volanti sempre nel capoluogo piemontese, nonché convinto sostenitore della realizzazione dei Campi di Aviazione di Biella e di Asti


Allegati:
img412.jpg
img412.jpg [ 416.24 KiB | Osservato 6193 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 09/10/2016, 23:02 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
FELICE CORALLI nel 1915 Ten. Colonnello
2 m.a.v.m. in Libia
1 m.a.v.m. 1916
1 m.b.v.m. 1916
Nominato Senatore a vita nel 1939.


Allegati:
img406.jpg
img406.jpg [ 1010.62 KiB | Osservato 6181 volte ]
download.jpg
download.jpg [ 5.38 KiB | Osservato 6181 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 11/10/2016, 18:59 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
STURANI LODOVICO
colonnello di S.M. dell' VIII Corpo d'Armata durante la Strafexpedition


Allegati:
img414.jpg
img414.jpg [ 641.51 KiB | Osservato 6154 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 11/10/2016, 19:02 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
FUCINI MARIO
asso dell'aviazione durante la 1 G.M.
Accreditato di 7 vittorie (rivendicate 13).
2 m.a.v.m.
1 m.b.v.m.


Allegati:
img415.jpg
img415.jpg [ 479.89 KiB | Osservato 6153 volte ]
fucini mario.jpg
fucini mario.jpg [ 45.7 KiB | Osservato 6153 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 13/10/2016, 9:21 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3940
Posto alcuni documenti molto interessanti dall'amico Andrea Miani.
Generale Pecori-Giraldi Comandante della Prima Armata, Altipiani Asiago


Allegati:
Protagonisti 1GM001.jpg
Protagonisti 1GM001.jpg [ 96.75 KiB | Osservato 6122 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 13/10/2016, 9:26 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3940
Generale Rossi (?) Comandante del 9° C.A.


Allegati:
Protagonisti 1GM002.jpg
Protagonisti 1GM002.jpg [ 96.79 KiB | Osservato 6122 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 13/10/2016, 9:30 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3940
Generale Armando Diaz Comandante del XXIII C.A. e poi Comandante Supremo, artefice della Vittoria.


Allegati:
Protagonisti 1GM004.jpg
Protagonisti 1GM004.jpg [ 174.35 KiB | Osservato 6122 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 139 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010