Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 24/05/2019, 19:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 28/02/2019, 10:20 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 485
Allegato:
IMG_20190228_0001.jpg
IMG_20190228_0001.jpg [ 586.5 KiB | Osservato 111 volte ]

Ho casualmente ritrovato in una scatola di vecchi documenti questo tagliando e mi sono tornate in mente situazioni di 45 anni fa….

Oggi ci siamo abituati: ogni tanto scatta in qualche citta' italiana una ''domenica a piedi'', cioe' una limitazione del traffico automobilistico dovuta a questioni ecologiche legate all'abbattimento dell'inquinamento atmosferico. Non pochi dei frequentatori di questo sito, pero', hanno una ''certa eta''' e sicuramente si ricordano di quando per la prima volta furono sperimentate ''domeniche a piedi'' e in quel periodo per motivi stringenti di risparmio sui consumi petroliferi. Correva l'anno 1973 e in ottobre scoppio' la guerra del Kippur che contrappose gli egiziani, i siriani e gli israeliani. Alcuni dei grandi produttori di petrolio annunciarono misure di ritorsione (embargo) per il sostegno occidentale allo stato ebraico. L'OPEC decise un taglio di produzione e un forte aumento del prezzo del greggio (il barile sali' da 3 a 12 dollari). I paesi occidentali dovettero correre ai ripari con una forte dose di austerita' energetica e fra le misure adottate in molte nazioni ci furono appunto le domeniche a piedi, senza l'uso delle autovetture.

Allora lavoravo in Belgio e come giornalista ebbi la possibilita' di chiedere il contrassegno che vi ho mostrato sopra e che mi permetteva di girare in auto (per motivi di lavoro) anche durante il blocco della circolazione. Un permesso assolutamente necessario: durante le prime domeniche a piedi (oltre alla polizia) anche frotte di scout e ragazzini ti fermavano continuamente per chiederti perché stessi girando in auto….

Ho dato un'occhiata sul web ma mi sembra che di materiale postale militare o anche filatelico legato alla guerra del Kippur non ne circoli tantissimo
Allegato:
mil bb.jpg
mil bb.jpg [ 185.4 KiB | Osservato 111 volte ]
Allegato:
mil.jpg
mil.jpg [ 247.28 KiB | Osservato 111 volte ]
Allegato:
unef.jpg
unef.jpg [ 255.45 KiB | Osservato 111 volte ]
Allegato:
prestito israele.jpg
prestito israele.jpg [ 96.05 KiB | Osservato 111 volte ]

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/03/2019, 14:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 307
Località: Chiusaforte
A quei tempi ero bambino, e abitavo a Milano, ma la crisi petrolifera è una di quelle poche cose che ricordo ancora. Le grandi città erano già invase dalle automobili, al contrario dei piccoli paesi rurali e montani, e il fatto di non poter circolare fece molta notizia. C'è da dire però che a quei tempi la Domenica non lavorava quasi nessuno, non c'erano centri commerciali o negozi aperti, quindi il disagio fu tutto sommato minore.

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010