Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 19/11/2019, 4:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 91 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 25/07/2017, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
Ciao a tutti, in merito alla richiesta di Ricky1964 in questo topic : viewtopic.php?f=7&t=3681 spero di cimentarmi al meglio per rendere chiaro il mio personalissimo concetto di Intrusi Internazionali.
Prima di tutto devo dire che per me è un semplicissimo gioco, infatti il divertimento stà nell'attribuzione dell'elemento intrusivo nella corrispondenza, il quale può essere di varia natura, ma pur sempre postale, come ad esempio un francobollo, un annullo, o un qualsivoglia elemento postale il quale non avrebbe dovuto esserci ma in una qualche maniera compare nelle missiva, è palese che si tratta sopratutto di errori che possono essere stati causati sia dalle maestranze postali che (sopratutto) dall'utenza in generale. E' anche ovvio (sopratutto per gli annulli in arrivo) che le maestranze postali di arrivo abbiano dovuto correggere quelle che sono state le mancanze delle maestranze postali di partenza, questo per regolamento o quant'altro.
Sicuramente qualcuno troverà tale tipo di collezione una galleria di Orrori Postali più che parlare di Errori Postali, ma a me piace e questo non mi dispensa nel continuare la collezione e sopratutto la ricerca.
Attenzione però, ho specificatamente parlato nel titolo di Intrusi Internazionali NON AUTORIZZATI, che cosa intendo con questa affermazione ?
Orbene ci sono delle missive in cui compaiono elementi di intrusione per cui per decreto, autorizzazione o accordi interpostali la corrispondenza risulta perfettamente regolare a livello Postale, di conseguenza AUTORIZZATA.
Ecco alcuni esempi di Intrusi Autorizzati :

Corrispondenza con Valigia diplomatica

Allegato:
img171.jpg
img171.jpg [ 548.08 KiB | Osservato 4207 volte ]




ALCUNI TIPI DI ANNULLO DI AMBULANTE POSTALE SVIZZERO
Da Posta e Società :
La posta italiana "imbucata" nelle cassette di alcuni ambulanti postali esteri (su suolo italiano) è la sola che possa legittimamente riportare bolli annullatori di amministrazioni estere sui francobolli italiani (ad esclusione naturalmente delle cartoline postali con risposta pagata). La linea ove questo è stato possibile per qualche anno è stata la linea Domodossola - Briga e viceversa.

Le Poste elvetiche stabilirono che "...in territorio straniero gli ambulanti svizzeri tengano chiuse le buche delle lettere, se le amministrazioni interessate non hanno convenuto di fare diversamente..."; sulla tratta in questione venne concessa l'accettazione delle lettere e cartoline nelle due direzioni (Italia - Svizzera e Svizzera - Italia ) per "quantitativi limitati".

Allegato:
img172.jpg
img172.jpg [ 503.21 KiB | Osservato 4207 volte ]



PAQUEBOT

Allegato:
img173.jpg
img173.jpg [ 354.66 KiB | Osservato 4207 volte ]

Allegato:
img174.jpg
img174.jpg [ 472.56 KiB | Osservato 4207 volte ]



Ma ci sono anche altre tipologie di autorizzazioni, più o meno rare, una per tutte mi torna alla memoria un articolo che lessi molto tempo fà ma non sò dove, in cui per certe destinazioni sul territorio Peruviano bisognava integrare l'affrancatura con particolari francobolli di color rosso, acquistabili solo nelle ambasciate Peruviane, ma francamente non mi ricordo i vari dettagli.
Ad ogni modo ecco alcuni pezzi della mia "PAZZA" collezione lasciandovi a voi il gioco nell'attribuire l'intruso :


INTRUSI INTERNAZIONALI NON AUTORIZZATI



ITALIA ARGENTINA

Allegato:
img207.jpg
img207.jpg [ 197 KiB | Osservato 4207 volte ]



ITALIA AUSTRIA

Allegato:
img188.jpg
img188.jpg [ 289.11 KiB | Osservato 4207 volte ]

Allegato:
img189.jpg
img189.jpg [ 150.17 KiB | Osservato 4207 volte ]


Muto Austriaco
Allegato:
img190.jpg
img190.jpg [ 210.21 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img191.jpg
img191.jpg [ 327.47 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA BELGIO

Esempi di muto a rulletta Belga in periodi diversi.

Allegato:
img195.jpg
img195.jpg [ 397.85 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA CITTA' DEL VATICANO

Allegato:
img202.jpg
img202.jpg [ 627.06 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA CUBA

Allegato:
img205.jpg
img205.jpg [ 188.09 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA FRANCIA


Allegato:
img181.jpg
img181.jpg [ 191.14 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img182.jpg
img182.jpg [ 220.4 KiB | Osservato 4207 volte ]

Allegato:
img183.jpg
img183.jpg [ 242.34 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img185.jpg
img185.jpg [ 289.66 KiB | Osservato 4207 volte ]



Due belle donne a confronto Siracusana e Marianna.

Allegato:
img186.jpg
img186.jpg [ 229.4 KiB | Osservato 4207 volte ]



Alcuni esempi di Lineari Francesi.

Allegato:
img187.jpg
img187.jpg [ 1.15 MiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA GERMANIA


Allegato:
img175.jpg
img175.jpg [ 290.34 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img176.jpg
img176.jpg [ 321.24 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img177.jpg
img177.jpg [ 558.9 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img179.jpg
img179.jpg [ 311.7 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img184.jpg
img184.jpg [ 232.71 KiB | Osservato 4207 volte ]



Allegato:
img671.jpg
img671.jpg [ 587.56 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA GIAPPONE

Allegato:
img210.jpg
img210.jpg [ 454.89 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA GRAN BRETAGNA

Allegato:
img197.jpg
img197.jpg [ 531.23 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA GRECIA

Allegato:
img199.jpg
img199.jpg [ 315.37 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA ISRAELE

Allegato:
img206.jpg
img206.jpg [ 192.28 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA JUGOSLAVIA

Allegato:
img204.jpg
img204.jpg [ 482.12 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA MAURITIUS

Allegato:
img208.jpg
img208.jpg [ 303.07 KiB | Osservato 4207 volte ]

Allegato:
img209.jpg
img209.jpg [ 202.89 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA OLANDA

Allegato:
img203.jpg
img203.jpg [ 180.22 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA PRINCIPATO DI MONACO

Allegato:
img196.jpg
img196.jpg [ 434.52 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA RUSSIA

Allegato:
img200.jpg
img200.jpg [ 352.37 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA SPAGNA

Questo oltre che essere un intruso è anche un clandestino !!!!

Allegato:
img201.jpg
img201.jpg [ 395.65 KiB | Osservato 4207 volte ]




ITALIA STATI UNITI

Allegato:
img211.jpg
img211.jpg [ 199.97 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA SVIZZERA

Allegato:
img192.jpg
img192.jpg [ 312.56 KiB | Osservato 4207 volte ]


Allegato:
img193.jpg
img193.jpg [ 400.52 KiB | Osservato 4207 volte ]


Allegato:
img194.jpg
img194.jpg [ 263.35 KiB | Osservato 4207 volte ]





ITALIA UNGHERIA


Allegato:
img198.jpg
img198.jpg [ 246.94 KiB | Osservato 4207 volte ]





Questa in sintesi un sunto della mia collezione che come avrete capito riguarda solo l'Italia verso gli altri paesi, ma si possono anche ampliare gli orizzonti ed i confini collezionando anche altri paesi, di esempi ne ho visti parecchi sopratutto in rete.
Detto ciò spero che vi siate divertiti nella individuazione dell'intruso il quale come ho detto sopra è solo un gioco.
Rjkard.

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 25/07/2017, 21:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Complimenti per i pezzi della tua collezione Rjkard, sono anomali e interessanti a mio parere e sono soddisfatto di averti fatto la richiesta di aprire questo thread, che tu hai prontamente e esaustivamente illustrato, fornendo anche le informazioni postali inerenti ai vari documenti.Penso che l'argomento sarà gradito anche ad altri Forumers, e susciterà in ogni caso delle riflessioni e degli interrogativi costruttivi, finalizzati ad aumentare gli orizzonti sullo studio della Storia Postale.Saluti Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/07/2017, 12:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 358
Località: Chiusaforte
Egr. Rjikard,

Complimenti per i ritrovamenti. Riguardo alla autorizzazione o meno degli annulli mostrati, faccio notare che, quando vediamo corrispondenza italiana non annullata in partenza e poi annullata a destino e viceversa, esisteva un regolamento UPU che disponeva la cancellazione a destino della corrispondenza non annullata in partenza. Quindi questo genere di annullamenti rientrerebbero effettivamente tra gli "autorizzati". Non ho un link al regolamento upu però ho questo http://www.ilpostalista.it/sommario_5.htm

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/07/2017, 12:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
andy66 ha scritto:
Riguardo alla autorizzazione o meno degli annulli mostrati, faccio notare che, quando vediamo corrispondenza italiana non annullata in partenza e poi annullata a destino e viceversa, esisteva un regolamento UPU che disponeva la cancellazione a destino della corrispondenza non annullata in partenza. Quindi questo genere di annullamenti rientrerebbero effettivamente tra gli "autorizzati". Non ho un link al regolamento upu però ho questo http://www.ilpostalista.it/sommario_5.htm



Rjkard ha scritto:
E' anche ovvio (sopratutto per gli annulli in arrivo) che le maestranze postali di arrivo abbiano dovuto correggere quelle che sono state le mancanze delle maestranze postali di partenza, questo per regolamento o quant'altro.



Appunto, in quanto errori o mancanze non avrebbero dovuto esserci, anche se per regolamento sono stati giustamente impressi. Mentre per gli autorizzati non vi è nessun errore alcuno.
;) Rjkard

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/07/2017, 20:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 358
Località: Chiusaforte
Rjkard ha scritto:
Rjkard ha scritto:
E' anche ovvio (sopratutto per gli annulli in arrivo) che le maestranze postali di arrivo abbiano dovuto correggere quelle che sono state le mancanze delle maestranze postali di partenza, questo per regolamento o quant'altro.



Appunto, in quanto errori o mancanze non avrebbero dovuto esserci, anche se per regolamento sono stati giustamente impressi. Mentre per gli autorizzati non vi è nessun errore alcuno.
;) Rjkard


Esatto, solo che tutto ciò che è previsto da un regolamento è per definizione 'autorizzato', compresi quindi gli annullamenti di fb esteri sfuggiti all'annullo del proprio paese. Cosa ben diversa l'utilizzo di fb di una nazione all'interno di un'altra, questo sì che non è autorizzato. Cioè, io separerei le due cose...
;)

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/07/2017, 22:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
Mi rendo conto che forse i concetti di autorizzazione e non, possano essere causa di diversi intendimenti, almeno per come la penso io, diciamo che a me piace risaltare l'eventuale errore che si possa riscontrare sulle missive, e tra questi vi sono anche i mancati annullamenti che poi per regolamento, come avevo già scritto, vengono risolti dalle maestranze postali di arrivo applicando varie tipologie di impronte (a seconda della nazione, muti, lineari etc.). Ma francamente non mi sento di scindere le cose anche perchè, come ebbi già a dire, la sottile linea di differenza stà proprio nella "Postalità" che non avrebbe dovuto esserci ma che invece sussiste, di conseguenza esiste un divario fra missive con tutti i crismi di autorizzazioni varie (Valigia diplomatica, paquebot etc) e missive le quali se pur autorizzate a procedere si riscontrano errori.
Ecco in sostanza, anche se sembra un ragionamento un pò contorto, l'accorpatura di queste miissive (ovvero mancanti di annullamento in partenza) ai cosidetti Non Autorizzati, perchè tali segni Postali immessi a posteriori sono, dal mio personalissimo punto di vista, pur sempre degli errori e quindi le missive non sarebbero state autorizzate a NON eseguire la bollatura di partenza. come ad esempio nei casi di Valigia Diplomatica in cui i francobolli vengono applicati nella nazione di partenza ma senza annullamento.
Poi per il resto è tutto relativo, ma l'importante è divertirsi nell'interpretazione dei vari errori cercando di capirne la varie intrusioni.
Rjkard.

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/07/2017, 20:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Quando ho visionato questa cartolina (mezzora fà) ho pensato subito al tuo thread Rijkard e ora vado a presentarla sperando di non essere Off Topic.L'anomalia, a mio avviso risiede nel mittente che forse ha preso un colpo di sole giocando a tennis...oppure aveva alzato un pòil gomito...si da il caso, che pur trovandosi a ROCCA DI PAPA presso Roma, inizia a scrivere (alla destinataria in ferie a GROTTAMARE) mettendo la località di NEW YORK in data 28 Agosto 1921.Inoltre aggiunge in lingua inglese ITALY (sottolineato ben due volte !!) ed infine sul fronte della cartolina indica sempre in inglese MY COUNTRY HOUSE...per non parlare di dove ha incollato il f.bollo da 5 centesimi.Voi che ne pensate... a riguardo?Saluti da Riccardo.


Allegati:
New York Retro.jpg
New York Retro.jpg [ 6.12 MiB | Osservato 4120 volte ]
New York Fronte.jpg
New York Fronte.jpg [ 8.01 MiB | Osservato 4120 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/07/2017, 9:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
:P :P
Simpatica, da quel che capisco la sua grande aspirazione era fare fare il giudice di tennis in una metoforica partita in cui la destinataria avrebbe gareggiato, così in lui si sarebbe realizzato il suo sogno di concederle due palle. (dopo un net è ovvio :D ).
Rjkard.

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/07/2017, 14:56 
Non connesso

Iscritto il: 19/07/2015, 14:52
Messaggi: 146
Quella del 1975 tra le tedesche è una missend. Dalla sicilia a genova inoltrata erroneamente in germania, li timbrata e reinoltrata in ITALIEN . :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/07/2017, 20:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
francyphil ha scritto:
Quella del 1975 tra le tedesche è una missend. Dalla sicilia a genova inoltrata erroneamente in germania, li timbrata e reinoltrata in ITALIEN . :mrgreen:




Bravo Francy, come al solito hai sempre un buon occhio, infatti è l'unica missiva che ho in collezione con questo tipo di errore, chissa in quale sacco è finita quella cartolina del 1976 nell'aereoporto di Palermo o forse Catania, ma prontamente in Germania la hanno subito rispedita al giusto destinatario, applicando per regolamento il timbro di Transito NON voluto e NON autorizzato a Francoforte.
Rjkard.

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/08/2017, 18:39 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2780
può essere un intruso il finto fbollo Bateken Correios?


Allegati:
Digitalizzato_20170801.jpg
Digitalizzato_20170801.jpg [ 388.64 KiB | Osservato 4063 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/08/2017, 19:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Ciao Enrico bentornato, non mi esprimo riguardo " l'intrusione " ci penserà Rijkaard a spiegarlo, ma é molto bella la tua cartolina con l'Italia Turrita affiancata dal cinderella Portoghese del 1897.Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/08/2017, 20:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Spero di non essere O.T. postando questa cartolina inviata nel Febbraio del 1953 da Genova a Vignale Monferrato, che riporta come affrancatura una marca per l'imposta sull'entrata da Lire 10, annullata in arrivo e partenza senza alcun segno di tassazione.Riccardo.


Allegati:
IMPOSTA ENTRATA RETRO.jpg
IMPOSTA ENTRATA RETRO.jpg [ 5.96 MiB | Osservato 4046 volte ]
IMPOSTA ENTRATE FRONTE.jpg
IMPOSTA ENTRATE FRONTE.jpg [ 6.19 MiB | Osservato 4046 volte ]


Ultima modifica di ricky1964 il 01/08/2017, 20:26, modificato 2 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/08/2017, 20:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 358
Località: Chiusaforte
Saluti a tutti,

io non ho un granchè di oggetti ascrivibili a questa categoria, ve ne mostro un paio:

Cartolina del 1966 spedita all'estero con affrancatura mista Vaticano+Italia, 'in tariffa', non tassata
Allegato:
vaticano176.jpg
vaticano176.jpg [ 1.67 MiB | Osservato 4046 volte ]


Questa è più interessante: cartolina spedita da Innsbruck con affrancatura italiana (probabilmente acquistata preaffrancata al vicino Brennero), non accettata e posto il segno di tassa + lo 0 come da regolamento UPU a segnalare documento con affrancatura non valida e da considerare come non affrancata

Allegato:
siracusana50001.jpg
siracusana50001.jpg [ 325.55 KiB | Osservato 4046 volte ]


Andrea

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 10:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
p.m.pistoia ha scritto:
può essere un intruso il finto fbollo Bateken Correios?



Beh, penso sia soggettivo se metterlo in collezione oppure no, in quanto essendo un Cinderellas non ha nulla di Postale, la differenza con quello che ho postato fra Italia e Spagna è il fatto di essere unico annullatore tra l'altro oltre che intruso da me definito clandestino.
Per come la vedo io la inserirei in collezione in quanto il segno di Postalità è stato eseguito insieme alla Siracusana e tale segno non avrebbe dovuto esserci e non era autorizzato (tra l'altro con un timbro manuale e non da CMP), ma siamo nel limbo mi torno a ripetere il discorso è molto soggettivo.


ricky1964 ha scritto:
Spero di non essere O.T. postando questa cartolina inviata nel Febbraio del 1953 da Genova a Vignale Monferrato, che riporta come affrancatura una marca per l'imposta sull'entrata da Lire 10, annullata in arrivo e partenza senza alcun segno di tassazione.Riccardo.


Di queste affrancature ne ho viste parecchie, sopratutto nelle cartoline concorsi a premi e Televisivi, è sicuramente un intruso ma non internazionale, lo definirei Nazionale ed anche qui bisogna fare attenzione agli autorizzati e non, in quanto alcune affrancature miste francobolli e fiscali sono perfettamente regolari, vedi per esempio le cambiali, ma credo che Michele ne sappia moltissimo più di me a proposito.


andy66 ha scritto:
Questa è più interessante: cartolina spedita da Innsbruck con affrancatura italiana (probabilmente acquistata preaffrancata al vicino Brennero), non accettata e posto il segno di tassa + lo 0 come da regolamento UPU a segnalare documento con affrancatura non valida e da considerare come non affrancata


Decisamente interessante, tra l'altro se fosse stata spedita in Italia sarebbe stata egualmente tassata, in quanto cartolina illustrata con corrispondenza la cui tariffa dal 1 Agosto 1951 al 31 Agosto 1959 scontava lire 20 e non lire 10 che era la tariffa nello stesso periodo per le CI5pc ovvero Cartoline Illustrate con cinque parole di convenevoli.
Ad ogni modo non sottovaluterei neanche quella del Vaticano in quanto è difficile trovarle non tassate in tariffa.

Rjkard.

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 12:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 358
Località: Chiusaforte
ricky1964 ha scritto:
Spero di non essere O.T. postando questa cartolina inviata nel Febbraio del 1953 da Genova a Vignale Monferrato, che riporta come affrancatura una marca per l'imposta sull'entrata da Lire 10, annullata in arrivo e partenza senza alcun segno di tassazione.Riccardo.


È un chiaro caso di fiscali usati per posta. Non autorizzati e quindi la CI andava tassata come non affrancata.
Sicuramente degna di una collezione di storia postale. Sul fatto che l'oggetto sia tassato o meno, i cataloghi quotano come più interessanti i documenti viaggiati regolarmente e non tassati. Io ho un'opinione un pó diversa (personale), cioè trovo giusta la considerazione dei cataloghi per quanto riguarda il Regno, invece in Repubblica la ritengo diametralmente opposta, cioè sono più interessanti gli oggetti così affrancati ma poi regolarmente tassati.
Comunque l'utilizzo di un'imposta per le entrate al posto dei francobolli, invece che le più comuni marche da bollo, è abbastanza raro.

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 16:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
andy66 ha scritto:
ricky1964 ha scritto:
Spero di non essere O.T. postando questa cartolina inviata nel Febbraio del 1953 da Genova a Vignale Monferrato, che riporta come affrancatura una marca per l'imposta sull'entrata da Lire 10, annullata in arrivo e partenza senza alcun segno di tassazione.Riccardo.


È un chiaro caso di fiscali usati per posta. Non autorizzati e quindi la CI andava tassata come non affrancata.
Sicuramente degna di una collezione di storia postale. Sul fatto che l'oggetto sia tassato o meno, i cataloghi quotano come più interessanti i documenti viaggiati regolarmente e non tassati. Io ho un'opinione un pó diversa (personale), cioè trovo giusta la considerazione dei cataloghi per quanto riguarda il Regno, invece in Repubblica la ritengo diametralmente opposta, cioè sono più interessanti gli oggetti così affrancati ma poi regolarmente tassati.
Comunque l'utilizzo di un'imposta per le entrate al posto dei francobolli, invece che le più comuni marche da bollo, è abbastanza raro.

Sono d'accordo con te Andrea,e infatti quando vidi questa cartolina del 1953 affrancata con un imposta delle entrate, la ritenni non comune, e la acquistai, in quanto non ci trovavamo nella Repubblica Sociale o nell'immediato dopoguerra dove le affrancature di emergenza erano una usanza abbastanza diffusa, per ovvi motivi.Per quanto riguarda le cartoline inviate alle Lotterie o alla R.A.I., di cui fa cenno Rijkard, io personalmente ho visionato un archivio con centinaia di tali documenti, ma mi sono imbattuto al massimo su 2 o 3 casi di marche da bollo al posto dei francobolli e mai imposte per l'entrate.Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 18:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/12/2016, 18:49
Messaggi: 239
ricky1964 ha scritto:
Per quanto riguarda le cartoline inviate alle Lotterie o alla R.A.I., di cui fa cenno Rijkard, io personalmente ho visionato un archivio con centinaia di tali documenti, ma mi sono imbattuto al massimo su 2 o 3 casi di marche da bollo al posto dei francobolli e mai imposte per l'entrate.Riccardo.



Non essendo un fiscalista ho solo rimarcato il fattore fiscalità senza entrare nello specifico, sicuramente altri fiscali che non siano marche da bollo sono più insoliti, cmq non solo fiscali nelle cartoline concorso, ma anche errinofili, personalmente ho visto di tutto affrancato su questo tipo di cartoline, beninteso che la percentuale non è che sia la maggioranza rispetto a quelle regolari.
Posto qui sotto altri esempi con marche da bollo su cartolina illustrata e una cartolina a concorso.
Rjkard.




Allegato:
img214.jpg
img214.jpg [ 712.63 KiB | Osservato 3988 volte ]



Allegato:
img215.jpg
img215.jpg [ 344.48 KiB | Osservato 3988 volte ]

_________________
Rjkard


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 19:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 358
Località: Chiusaforte
Confermo quanto detto da Rjikard, negli anni '70 e '80 fu un pó una moda affrancare le cartoline dei numerosi concorsi con qualsiasi cosa si avesse sotto mano. Anche io ne ho qualcuna, spesso non sono in tariffa. E poi, non ci si preoccupava molto di chi fosse il destinatario, che avrebbe dovuto pagare l'eventuale tassa (mai riscossa).

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/08/2017, 22:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 639
Rjkard ha scritto:
Di queste affrancature ne ho viste parecchie, sopratutto nelle cartoline concorsi a premi e Televisivi, è sicuramente un intruso ma non internazionale, lo definirei Nazionale ed anche qui bisogna fare attenzione agli autorizzati e non, in quanto alcune affrancature miste francobolli e fiscali sono perfettamente regolari, vedi per esempio le cambiali, ma credo che Michele ne sappia moltissimo più di me a proposito.
Mi hai chiamato in causa ed intervengo. Il caso che citi, ovvero le cambiali con marche e francobolli, è abbastanza noto ma è stato spesso frainteso. Conviene ricordare che le cambiali devono essere bollate, o con il bollo vero e proprio o con le apposite marche, per l'esatto importo dovuto in funzione dell'importo della cambiale stessa prima che la cambiale sia compilata. Una possibilità di evasione della tassa era l'uso di foglietti di valore inferiore a quello dovuto, cosa di cui il fisco non avrebbe potuto accorgersi se la cambiale fossa passata di mano solo tra debitore e creditore. Se però la cambiale fosse finita in protesto, la cosa sarebbe stata evidente e l'integrazione con marche sarebbe stata impossibile perché la bollatura delle stesse era consentita solo presso gli uffici del registro, che ovviamente avrebbero riscontrato il tentativo di illecita "sanatoria". La bollatura solo presso gli uffici del registro, mentre garantiva le entrate al fisco, aveva un grosso limite nella scarsa diffusione di tali uffici, che si acutizzò con la chiusura di molti piccoli uffici proprio mentre l'economia era in fase espansiva. Venne allora autorizzata la bollatura delle marche delle cambiali presso gli uffici postali, il cui bollo era di "data certa" (questo sempre per evitare sanatorie in caso di necessità). Inizialmente le poste facevano questo servizio gratis ma presto chiesero il pagamento di un diritto, riscosso mediante francobolli che venivano annullati insieme alle marche. Quindi sulle cambiali queste convivenze non sono delle "miste" ma solo la vicinanza di due riscossioni diverse, una fiscale e l'altra postale. E che i francobolli siano la riscossione di un diritto postale era dimostrato dalla presenza della voce "bollatura marche cambiali" nei tariffari postali.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 91 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010