Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 03/12/2021, 5:39

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 24/06/2017, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4454
propongo una busta spedita da Tetuan, Marocco Spagnolo; il 16/1/1940 in Italia.
Affrancata con fbolli del protettorato spagnolo per 2 pesetas e 20 cent. Posta aerea (è stata asportata l'etichetta blu di posra aerea accanto ai fbolli).
Si vede l'apposizione del timbro viola di censura militare spagnola di Tetuan.

A parte la parte filatelica, la cosa che più mi ha attirato in questa corrispondenza è che a scrivere è probabilmente un pilota dell'Ala Littoria, che al retro infatti indica Ala Littoria Malaga.

Allego doc. riguardanti quelle tratte aeree (se qualche esperto si vuol divertire ad intervenire ...) ed un tariffario distribuito dalla compagnia aerea con consiglio sulle corrispondenze da spedire.
buon forum a tutti.


Allegati:
littoria5.jpg
littoria5.jpg [ 56.2 KiB | Osservato 1392 volte ]
Digitalizzato_20170624 (2).jpg
Digitalizzato_20170624 (2).jpg [ 903.83 KiB | Osservato 1392 volte ]
Digitalizzato_20170624.jpg
Digitalizzato_20170624.jpg [ 961.05 KiB | Osservato 1392 volte ]
littoria10.jpg
littoria10.jpg [ 110.67 KiB | Osservato 1392 volte ]
Commento file: Trimotore S.73 su quella tratta
littoria6.jpg
littoria6.jpg [ 35.94 KiB | Osservato 1392 volte ]
littoria7.jpg
littoria7.jpg [ 84.42 KiB | Osservato 1392 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 25/06/2017, 0:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 765
p.m.pistoia ha scritto:
la cosa che più mi ha attirato in questa corrispondenza è che a scrivere è probabilmente un pilota dell'Ala Littoria, che al retro infatti indica Ala Littoria Malaga.
Molto interessante l'orario delle linee che mostri: farebbe pensare ad un nucleo di S.73 stazionati in Marocco o in Spagna per operare tra Melilla e Siviglia in proseguimento del servizio Roma-Cadice con idrovolanti. Il mittente potrebbe però far parte del personale di scalo.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 25/06/2017, 15:32 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4454
Cita:
Il mittente potrebbe però far parte del personale di scalo.
Michele


Concordo, non ho al momento trovato ulteriori tracce che mi dicano che Giurlani di Lucca fosse un pilota,lo ipotizzavo in quanto lui scrive nell'indirizzo Malaga e la corrispondenza è partita da Tetuan. Se era a terra, tra il personale di servizio, poteva corrispondere direttamente da Malaga, ma magari poteva essersi momentaneamente trasferito all'officina o agli uffici di Tetuan, certo, tutto ci sta.

Cita:
farebbe pensare ad un nucleo di S.73 stazionati in Marocco o in Spagna per operare tra Melilla e Siviglia in proseguimento del servizio Roma-Cadice con idrovolanti

in effetti era così.La compagnia aerea aveva propri uffici ed anche officine in ogni località ove atterrava. Segnalo un bel articolo sulla Ala Littoria apparso online su Il Postalista, a nome di Riccitelli Flavio.

per quanto riguarda invece la parte filatelica, di cui sono ancor più digiuno, mi sembrerebbe interessante che qualche esperto ci desse qualche indicazione sul fatto che la compagnia di volo fornisse, assieme ai propri depliants, anche le indicazioni operative di come affrancare le corrispondenze in partenza dai propri scali, soprattutto in relazione alla differenziazione delle tariffe in base a peso e destinazione.

naturalmente se qualcuno conosce le emissioni del protettorato spagnolo e volesse intrattenerci sulla emissione usata in questa corrispondenza , gliene sarei grato.

buon forum a tutti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 25/06/2017, 16:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 765
p.m.pistoia ha scritto:
La compagnia aerea aveva propri uffici ed anche officine in ogni località ove atterrava. Segnalo un bel articolo sulla Ala Littoria apparso online su Il Postalista, a nome di Riccitelli Flavio.
Uffici e personale di scalo erano ovviamente presenti in tutte le località raggiunte dalle linee dell'Ala Littoria; sulle officine sarei meno sicuro: gli accordi di reciprocità che si stipulavano tra le compagnie di due paesi collegati da una linea aerea di solito prevedevano anche una mutua assistenza tecnica, onde evitare non necessarie duplicazioni.
Il mio commento sulla presenza degli S.73 in Spagna/Marocco mirava ad altro: è il primo caso che incontro di linea esercita in un paese straniero senza reciprocità (di cui trovi abbondanti esempi nell'articolo, purtroppo molto stringato, di Flavio Riccitelli che hai segnalato): forse una conseguenza del particolare rapporto tra Italia e Spagna a quell'epoca.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 25/06/2017, 17:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2755
Località: COLLEGNO (TORINO)
Enrico è molto interessante la tua missiva ed ho trovato la disamina effettuata da te e con l'aggiunta delle informazioni di Michele molto dettagliata.Per quanto riguarda il discorso puramente filatelico, anche io non conosco le tariffe da te descritte e posso solo limitarmi a fornirti la scansione del mio Yvert & Tellier dove sono presenti i due esemplari di P.A. della serie corrente del 1938 presenti in coppia sulla busta.Riccardo.


Allegati:
MAROC ESPANOL.jpg
MAROC ESPANOL.jpg [ 279.06 KiB | Osservato 1365 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 25/06/2017, 18:55 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4454
Grazie Riccardo per la pronta risposta filatelica.
A Michele segnalo un articolo spagnolo, da dove ho tratto i riferimenti iconografici e dove si parla della presenza anche di officine.
Un cordiale ringraziamento a tutti e buon forum.

link in inglese dell'articolo di Andreu Carlos Lopez Seguì

http://www.grup-palma.onored.com/articl ... ia-ang.htm


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Marocco Spagnolo 1940
MessaggioInviato: 30/06/2017, 0:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 765
p.m.pistoia ha scritto:
A Michele segnalo un articolo spagnolo, da dove ho tratto i riferimenti iconografici e dove si parla della presenza anche di officine.
Grazie per il link ma nell'articolo in questione non sono riuscito a trovare riferimenti alle officine: puoi indirizzarmi tu? L'articolo mi sembra piuttosto scombinato: l'autore probabilmente ha una conoscenza dell'italiano uguale a quella che ho io dello spagnolo, cioè va ad orecchio, e trae conclusioni strane da quello che c'è negli orari riprodotti. Trovando nella stessa pagina l'orario della linea per Cagliari e quello della linea per Cadice ritiene che ciò possa essere una conseguenza dell'abolizione della fermata a Cagliari di questa seconda linea. Inutile dire che la linea per Cagliari era nata ben prima di quella per Cadice. Circa la possibilità di usare francobolli ordinari per affrancare la posta aerea, interpreta male questa affermazione legandola a quanto la segue, mentre essa si riferisce ovviamente a quanto la precede, cioè le soprattasse aeree, e non alla possibilità di fare ciò per la posta diretta nei paesi indicati di seguito, che sono invece quelli per cui ci sono tre voli alla settimana. Poi forse per stabilire di che colore fossero i Cant.Z506 più che leggere cosa ne scriveva Bernanos gli converrebbe leggere qualche libro aeronautico italiano: uno per tutti "Le ali del Littorio", di Guido Mannone, ed avrebbe avuto la conferma che erano appunto di un rosso cupo (una scelta non casuale: garantiva un'elevata visibilità in caso di ammaraggi in mare aperto a seguito di avarie, facilitando la ricerca da parte dei soccorritori). Infine trovo davvero ridicolo che definisca "pretty deplorable", ovvero decisamente deplorevole, come sono disegnate le Baleari, mettendo solo Majorca e con un contorno errato: ma si è accorto che non sta guardando un atlante geografico o una carta nautica ma soltanto una rappresentazione schematica di una rete aerea?
Michele

PS: per gli orari delle linee aeree c'è questo eccezionale sito: http://www.timetableimages.com/

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010