Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 25/01/2022, 21:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 02/12/2018, 21:45 
Non connesso

Iscritto il: 08/11/2018, 16:35
Messaggi: 32
Di questi reperti , a parte le lettere di propaganda alleate (di cui ne ho molte)ne ho altri , ovviamente sono tutti filatelici, ma denotano un certo spirito di iniziativa.
Questo di Firenze ha anche i bolli con soprastampa , e cartoncini numerati.
Ciao Ermanno.


Allegati:
Immagine.jpg
Immagine.jpg [ 515.13 KiB | Osservato 4567 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 08/12/2018, 18:58 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5226
Un amico mi ha mandato questa:
Roby


Allegati:
img268.jpg
img268.jpg [ 327.75 KiB | Osservato 4538 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 08/12/2018, 19:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 766
Cossogno liberata il 3 luglio?????
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 09/12/2018, 20:59 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 5226
Michele la risposta la trovi sulla nostra rivista n.106 del marzo 2008 nell'articolo di Valter Astolfi "La Repubblica Partigiana dell'Ossola".
Cossogno e Carezzo sono state liberate e difese dai partigiani dal 3 luglio al 10 ottobre. pag.27
Buona serata
Roby


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 25/12/2018, 10:43 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
Ciao a tutti, ho visto solo ora il Topic.
Per Michele, se vuoi vedere oggetti postali della Repubblica dell'Ossola, la mia collezione aggiornata e stata presentata al memorial nello bagni organizzato dal cifo in estate. Basta che ti colleghi a detto sito www.cifo.net e fai una breve ricerca. Manca solo l'ultimo ritrovamento che vedo di inserirlo con un successivo collegamento.
Luigi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 25/12/2018, 17:46 
Non connesso

Iscritto il: 05/06/2013, 11:23
Messaggi: 412
Ciao Luigi, ho visto adesso il sito del CIFO e la tua collezione. Complimenti, proprio un bellissimo regalo di Natale. Nenad.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 25/12/2018, 21:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 766
lupirani ha scritto:
Per Michele, se vuoi vedere oggetti postali della Repubblica dell'Ossola, la mia collezione aggiornata e stata presentata al memorial nello bagni organizzato dal cifo in estate.
Luigi, come ti ha scritto Nenad, è proprio un gran bel regalo di Natale: hai pezzi davvero bellissimi. Grazie per averceli mostrati.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 26/12/2018, 12:24 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
ciao, come promesso vi allego un paio di documenti in aggiunta a quelli presenti nella collezione.
Mi fa piacere per l'interesse che mostrate nella collezione. Parte dalla collezione di gianfranco Pastormerlo, che sono riuscito ad acquistare ad una asta, ove se fosse andata in altre mani sicuramente tutto il lavoro fatto da lui sarebbe andato disperso .... come è avvenuto per altre collezione acquistate per essere smembrate..... poi con pezzi provenienti dalla collezione di egidio errani ed un po' di fortuna ... sono riuscito a dare una buona rappresentazione del fenomeno. So che altri hanno alcuni pezzi ... ma non sono molto disponibili a divulgarli ... mi piacerebbe che anche loro mostrassero quanto hanno rendendo noto quanto più possibile è stato trovato sull'argomento....
ritornando a quanto vi allego, oltre all'ultima busta che ho trovato, vi posto anche una delle poche tessere di riconoscimento rilasciate dalla giunta dell'ossola e la marche da bollo emesse sempre dalla GPG. Ho anche le prove di soprastampa di lugano … originali se volete vedere anche quello ve le posso postare.
Ho altri documenti sulle altre repubbliche partigiane ... se vi interessa ve le posso mostrare... ditemi voi....
Tanti auguri di buone feste .... e contraccambio volentieri il regalo di natale che in realtà avete voi fatto a me grazie al vosto interesse mostrato per la mia collezione...

Luigi


Allegati:
S25C-918122612270.pdf [50.5 KiB]
Scaricato 105 volte
S25C-918122612260.jpg
S25C-918122612260.jpg [ 414.77 KiB | Osservato 4417 volte ]
ossola 4.JPG
ossola 4.JPG [ 1.58 MiB | Osservato 4417 volte ]
ossola 3.JPG
ossola 3.JPG [ 1.03 MiB | Osservato 4417 volte ]
tessera riconocimento rilasciata da giunta ossola.jpg
tessera riconocimento rilasciata da giunta ossola.jpg [ 457.57 KiB | Osservato 4417 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 27/12/2018, 0:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 766
Luigi, grazie per le aggiunte. Ho la tessera di riconoscimento di mio padre, che era del corpo di polizia, ed è alquanto diversa: identici il bollo e la firma di Giacomo Roberti, che nella Giunta Provvisoria era il Commissario per la Polizia. Appena possibile la scansiono e la posto.
Delle marche da bollo purtroppo non ne ho mai vista una su un documento, di qualsiasi natura (né i miei non ne ricordavano assolutamente l'impiego, forse non avendo mai avuto la necessità di ottenere un documento in bollo in quel periodo).
Vedrò con molto piacere le prove di sovrastampa di Lugano sui francobolli.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 27/12/2018, 12:18 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
Ciao Michele, ti allego riproduzione delle prove di lugano … inoltre ti allego, raggruppate in due fogli d'album, anche le altre prove dell'epoca che pare siano state fatte localmente a Domodossola che il tibaldi ha riconosciuto come prove fatte dalla gpg.
Luigi


Allegati:
Commento file: prove locali secondo tipo
S25C-918122712100.jpg
S25C-918122712100.jpg [ 592.49 KiB | Osservato 4396 volte ]
Commento file: prove locali primo tipo
S25C-918122712090.jpg
S25C-918122712090.jpg [ 566.78 KiB | Osservato 4396 volte ]
Commento file: prove di lugano
cln domodossola.jpg
cln domodossola.jpg [ 876.26 KiB | Osservato 4396 volte ]
Commento file: marca da bollo annullata staccata probabilmente da un foglio su cui era stata applicata - peccato non avere il documento completo
bollo ossola 1.jpg
bollo ossola 1.jpg [ 101.79 KiB | Osservato 4396 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 27/12/2018, 12:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 520
Località: Chiusaforte
Curiosi quei fb con doppia soprastampa :o

Andrea

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 27/12/2018, 20:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2757
Località: COLLEGNO (TORINO)
michele.caso ha scritto:
lupirani ha scritto:
Per Michele, se vuoi vedere oggetti postali della Repubblica dell'Ossola, la mia collezione aggiornata e stata presentata al memorial nello bagni organizzato dal cifo in estate.
Luigi, come ti ha scritto Nenad, è proprio un gran bel regalo di Natale: hai pezzi davvero bellissimi. Grazie per averceli mostrati.
Michele

Scusate il ritardo ma solo ora ho visto i documenti, e mi associo totalmente a quanto detto da Michele, e ti ringrazio per averli condivisi con il Forum.Riccardo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 29/12/2018, 11:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 12/09/2012, 18:39
Messaggi: 388
Posto un pezzo a mio parere difficile da vedere (finora ho visto solo questo…) che penso possa essere ben ricondotto alla interessantissima tematica del topic.
Nelle zone franche vigeva un accordo di mutua non belligeranza, in cui i partigiani non avrebbero attaccato le forze nazi-fasciste e i partigiani non sarebbero stati oggetto di arresto da parte dell'autorità governativa. Tali accordi erano sottoscritti con la mediazione importante della Chiesa, che distingueva - fatto curioso e, a mio parere, che sarebbe importante poter approfondire - fra "comunisti" (i peggiori secondo la Chiesa per le violente posizioni estremiste di contrapposizione armata), i "partigiani" ed i "patrioti".

Ho trovato poco sulla Zona Franca di Omegna creata dai partigiani a fine agosto 1944 tramite un accordo con i tedeschi, ma qualcosa in rete si trova.

Tesi di laurea di M.Zacchera - "MOTIVAZIONI POLITICHE E MILITARI PROPEDEUTICHE ALLA NASCITA DELLA REPUBBLICA PARTIGIANA DELL OSSOLA SETTEMBRE- OTTOBRE 1944"

...
Ma il 31 agosto Superti è su posizioni ancora più caute su una possibile collaborazione con le brigate Garibaldi : La collaborazione non viene da subito...chi dice di un progettato organismo unico con loro (i comunisti - ndr) dice cose ancora sulla carta, le polemiche ed i malintesi sono ancora numerosi (Barlassina-Tagliarino in Cattolici ed Azzurri , ISRN, Novara 1973, pag. 66).
Nello stesso giorno avviene un fatto abbastanza anomalo e poco ricordato: un accordo ufficiale tra le formazioni autonome ed i tedeschi per la creazione di una zona franca intorno agli stabilimenti industriali di Omegna in cambio dell approvvigionamento di materie prime ed alimentari alle popolazioni della zona che le autorità della R.S.I. avevano bloccato da due settimane sostenendo che la gran parte delle derrate andassero a finire nelle mani dei partigiani. Venne redatto un vero e proprio trattato fra le parti (accordo concluso senza l'intervento delle autorità fasciste) volto a riconoscere in modo indiretto l'effettiva sovranità partigiana sulle alture circostanti.
Contestualmente da una parte i tedeschi si impegnavano a non più operare con azioni di controguerriglia, ma i partigiani parimenti a non disturbare più le truppe tedesche del Cusio.
Avuto conoscenza dell accordo (preso senza interpellarli) i Garibaldini insorsero e la tensione crebbe tra i diversi gruppi partigiani e divenne ancor più acuita quando la direzione nazionale del CNL di Milano bollò l'iniziativa come politicamente insostenibile e ne chiese la revoca.
...


Sottolineo per completezza di informazione tre aspetti:

- la Zona Franca di Omegna è stata di fatto il predecessore della Repubblica Partigiana dell'Ossola, sebbene poi venne un po' disconosciuta dalla vulgata resistenziale comunista del dopoguerra e condannata all'oblio della memoria perché la componente "garibaldina" dei partigiani non era stata interpellata per la sua creazione e, anzi, l'iniziativa venne apertamente osteggiata dallo stesso CNL di Milano;

- ho altra corrispondenza indirizzata a questo destinatario, che operava inizialmente in un plotone lanciafiamme e quindi, molto probabilmente, in un reparto chimico/nebbiogeno;

- il comune di partenza (Formazza) è il comune più settentrionale del Piemonte e confina con la Svizzera, per cui questa busta attraversò l'intera Repubblica dell'Ossola per giungere a Omegna, dove c'era il punto di scambio merci fra la zona controllata dai partigiani e il territorio della RSI.


Allegati:
4_00a.jpg
4_00a.jpg [ 848.78 KiB | Osservato 4361 volte ]
4-00b.jpg
4-00b.jpg [ 804.17 KiB | Osservato 4361 volte ]

_________________
I miei siti:

- STORIA POSTALE DELLA R.S.I.
- STORIA POSTALE DEI LAGER NAZISTI
- LE PAGELLE DELL'ERA FASCISTA
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 30/12/2018, 13:50 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
Sulla zona franca di Omegna ti posto un pdf che raccoglie una parte del libro di uno storico dell'epoca che alla fine del suo scritto richiama l'accordo anzidetto. La datazione però è precedente alla repubblica dell'Ossola (e da ricordi mi sembra che la zona franca durò solo un breve periodo). Dalla proclamazione della repubblica dell'Ossola sino al suo termine la posta si fermava a Domo stazione… non passava per il relativo confine a Mergozzo. Il documento che è postato mi sembra improbabile, tra l'altro ha una tariffa di 0,50 (con un RPagato) quando le lettere mi sembra pagavano allora 1 lira. Il timbro di arrivo poi a Cuneo è poco leggibile e sembrerebbe datato luglio 44 (mi pare che il mese sia 7) o sbaglio?
Mi ricordo, ma sono solo ricordi, che alcuni anni fa Pastormerlo comprò un documento simile a quello postato, glielo segnalai io che era in vendita su ebay, lo fece vedere a sorani, che però mi pare lo boccio… ma non so con quale motivazione.
In ogni caso io non sono un perito e/o un esperto di documenti postali e non sono in grado di dare giudizi in merito, ti esprimo da profano solo una mia sensazione…. la cosa migliore è quella di farlo vedere ad un esperto e farlo periziare….. se dovesse risultare avere tutti i crismi del caso …. ti faccio sin da ora i miei complimenti perché è un pezzo molto ma molto interessante….
Un caro saluto
Luigi


Allegati:
azzari anita - resistenza ossola - seconda parte.pdf [1.21 MiB]
Scaricato 115 volte
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 30/12/2018, 13:58 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
Scusa … ho visto meglio il timbro di arrivo…. come data ci starebbe visto che è il 29 settembre 1944....
Luigi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 30/12/2018, 17:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 12/09/2012, 18:39
Messaggi: 388
Buongiorno Luigi,
la busta è nel primo periodo tariffario RSI, quindi la tariffa di 50 cent è corretta, così come corretta è la data di arrivo a destinazione riportata dal timbro sul retro della busta.
Si possono valutare i timbri postali, che non mi sembrano mostrare elementi particolari di dubbio, ma sul timbro della stazione di Omegna e sul timbro Zona Franca di Omegna penso sia difficile che un perito filatelico possa esprimersi con razionali certi, in un senso o nell'altro.

_________________
I miei siti:

- STORIA POSTALE DELLA R.S.I.
- STORIA POSTALE DEI LAGER NAZISTI
- LE PAGELLE DELL'ERA FASCISTA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 30/12/2018, 21:13 
Non connesso

Iscritto il: 15/03/2013, 19:51
Messaggi: 61
Come ti ho detto …. è una mia sensazione.
Che percorso postale ha potuto fare la lettera…. dall'ufficio postale di Formazza (che l'ha ricevuta ed ha fatto pagare anche la tariffa) è arrivata sino ad Omegna su quale mezzo…. attraversando il confine… disattendendo un ordine dell'ufficio postale di Domodossola …. vedi allegato. Qualche perplessità ti puo' venire….
Comunque sono d'accordo con te che un perito difficilmente si può esprimere su timbri non postali…. per il resto non sono in grado di esprimere giudizi sui timbri e sugli annulli.
Luigi


Allegati:
S25C-918123021040.jpg
S25C-918123021040.jpg [ 639.37 KiB | Osservato 4283 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 30/12/2018, 21:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 12/09/2012, 18:39
Messaggi: 388
Ciao Luigi,
i servizi postali nel territorio dell'Ossola ripresero regolarmente il 18 settembre 1944 (Bollettino Quotidiano di Informazioni n.1), mentre nel Bollettino n.5 del 25 settembre 1944 si annunciava la ripresa del servizio postale con la Svizzera per la corrispondenza non raccomandata.
Ricordo un articolo di Valter Astolfi sulla nostra rivista sociale dedicato alla storia postale dell'Ossola, che citava queste date.

Non si hanno disposizioni certe per i collegamenti fra il territorio dell'Ossola partigiana e la RSI, ma perchè mancano proprio i documenti postali.
Ricordo una cartolina proveniente dall'Ossola partigiana (indicazioni manoscritte) che attraversò le linee per essere imbucata in territorio RSI (ricordo il timbro azzurro di Intra in partenza, forse è proprio nella tua splendida collezione).

Non mi sento di escludere a priori che questa busta possa aver viaggiato da Formazza a Omegna nello stesso modo, cioè senza passare per canali ufficiali ma consegnata direttamente dall'ufficio postale di Formazza, per esempio, ad un portatore che si recava a Omegna per caricare derrate alimentari; la stazione di Omegna curò poi il successivo inoltro verso Cuneo.
Quello che mi dà più conforto in questo senso è la presenza del timbro ovale della stazione ferroviaria di Omegna, più che l'indicazione della zona franca, che pure sappiamo venne creata proprio per consentire lo scambio di merci fra la RSI e il territorio dell'Ossola partigiana.

A questo punto la curiosità cresce: sarebbe molto gradito e utile un confronto dei timbri postali presenti sulla busta con altri disponibili nelle collezioni dei forumisti.


Allegati:
Ossola.jpg
Ossola.jpg [ 723.47 KiB | Osservato 4279 volte ]

_________________
I miei siti:

- STORIA POSTALE DELLA R.S.I.
- STORIA POSTALE DEI LAGER NAZISTI
- LE PAGELLE DELL'ERA FASCISTA
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 31/12/2018, 14:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 12/09/2012, 18:39
Messaggi: 388
Sto facendo qualche ricerca sui collegamenti fra zona occupata dai partigiani e territori RSI ed ho trovato questa interessante indicazione di collegamenti tramite ferrovia, che consentiva il collegamento fra Domodossola e Omegna.
Ho scoperto anche un'altra cosa che non sapevo: la linea ferroviaria che congiungeva Domodossola con la Svizzera era di proprietà svizzera ed il personale viaggiante dei treni era di nazionalità svizzera!


Allegati:
Ossola_001.jpg
Ossola_001.jpg [ 77.54 KiB | Osservato 4250 volte ]
Ossola_002.jpg
Ossola_002.jpg [ 56.38 KiB | Osservato 4250 volte ]

_________________
I miei siti:

- STORIA POSTALE DELLA R.S.I.
- STORIA POSTALE DEI LAGER NAZISTI
- LE PAGELLE DELL'ERA FASCISTA
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Posta partigiana
MessaggioInviato: 31/12/2018, 14:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 12/09/2012, 18:39
Messaggi: 388
Interessante anche questa indicazione relativa all'esodo degli sfollati che dalla zona partigiana intendevano tornare alle proprie case nel territorio della RSI.

Tutte queste informazioni sono di fonte partigiana e di prima mano, quindi possiamo tranquillamente affermare senza tema di smentita che il passaggio delle linee non solo era possibile, ma venne persino favorito dalla Giunta di Governo, che metteva a disposizione anche dei treni!

La disponibilità di treni fa pensare che il numero di coloro che volevano lasciare l'Ossola non fosse affatto esiguo...


Allegati:
Ossola_003.jpg
Ossola_003.jpg [ 68.68 KiB | Osservato 4248 volte ]

_________________
I miei siti:

- STORIA POSTALE DELLA R.S.I.
- STORIA POSTALE DEI LAGER NAZISTI
- LE PAGELLE DELL'ERA FASCISTA
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 89 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010