Il Forum dell'AICPM
http://forum.aicpm.net/

Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI
http://forum.aicpm.net/viewtopic.php?f=22&t=3281
Pagina 1 di 2

Autore:  ingegné [ 23/09/2016, 17:53 ]
Oggetto del messaggio:  Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

A grande richiesta :D apro questo thread, destinato ad ospitare immagini di buste, cartolline ed ogni altra corrispondenza spedita dai sudditi nativi delle colonie italiane in Africa Orientale: Eritrea, Somalia e poi AOI. Escluderei la corrispondenza tra commercianti arabi (principalmente da e per le città portuali del Benadir) quando non differisce da quella degli europei.

Prego pertanto chi avesse corrispondenza tra civili o militari (guerra d'Etiopia e guerra mondiale) di contribuire, possibilmente illustrando il pezzo mostrato con notizie circa le date e le località di partenza e destinazione, l'affrancatura, eccetera.

Come al solito, contribuisco con un paio di pezzi delle mie collezioni:

Lettera affrancata con un esemplare da 50 centesimi su 5 anna della serie "Elefanti e Leoni" del 1926, spedita da Gimma dall’ufficio di POSTA MILITARE N° 123 S il 15.11.36 e indirizzata ad Itala. Al verso bollo di transito dell’ufficio civile di Mogadiscio del 21 novembre.

Allegato:
1926 postumo.jpg
1926 postumo.jpg [ 1.17 MiB | Osservato 5529 volte ]

I francobolli della serie "Elefanti e Leoni" erano stati dichiarati fuori corso alla fine del 1932, ma questa lettera spedita alla fine del 1936 da uno Jusbasci degli Zaptié (sottufficiale dei carabinieri coloniali) non fu tassata né dall’ufficio di partenza, né in transito a Mogadiscio, né all’arrivo.

Allegato:
10 cent x 5.JPG
10 cent x 5.JPG [ 277.43 KiB | Osservato 5529 volte ]

Lettera da Obbia, 1.6.33, a Mogadiscio affrancata con una striscia di 5 esemplari da 10 centesimi della prima emissione della pittorica.
All'epoca (e ancora per molti decenni) non esisteva una forma scritta della lingua somala per cui chi sapeva scrivere usava l'arabo. Era però obbligatorio che destinatario e destinazione fossero scritti in caratteri latini. Chi li conosceva lo faceva personalmente, altrimenti provvedeva l'ufficiale postale.

Da notare che quasi sempre, sotto l'indirizzo, veniva scritto il numero 8442, considerato di buon augurio perch{ la missiva giungesse a destinazione preso e bene. Anche il testo dell'indirizzo conteneva alcune diciture particolari, che vedremo quando troverò una busta con l'indirizzo scritto interamente in caratteri latini.

Autore:  p.m.pistoia [ 23/09/2016, 18:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

veramente grazie di aver dato seguito velocemente e con 2 belle corrispondenze.

Naturalmente confido in te per capirci qualcosa, perchè , come mi aspettavo, mi è impossibile capire nella scrittura non latina. Dove puoi , per favore, traduci anche le cose ovvie. Per ciò che hai visionato o sai, è più facile (anche se questo aggettivo poco si addice a queste corrispondenze) vedere corrispondenze con annullatura civile o militare...e fra militari o militari/civili da e verso, o civili indigeni? Corrispondenze solo interne alle colonie o anche tra colonie( tipo da ascari in Eritrea a ascari in Libia)?

L'uso del numero 8442 di buon augurio aveva una particolare origine?
Ti ho fatto un sacco di domande senza pretese di risposte, ma spero che tu ci possa intrattenere ancora con molte preziose spiegazioni.. :D :D

Autore:  mariamar [ 23/09/2016, 18:46 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Grazie Vittorio,
è proprio questo tipo di informazioni circa la compilazione dell'indirizzo, la lingua usata, quali tipi di destinatari o mittente, che mi incuriosiscono.

Autore:  ingegné [ 23/09/2016, 19:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Ti rispondo per quel che so dai miei studi sulla Somalia Italiana, per cui non posso garantire che quanto dico sia valido anche per le altre colonie.

La corrispondenza interna all'AOI è certamente meno comune di quella tra AOI ed Italia e quella dei nativi costituiva al massimo il 5% degli scambi interni. C'è poi il fatto che gli europei conservavano le buste per vari motivi (collezionismo ma anche archiviazione ecc) mentre i locali usavano le buste per fare i conti o prendere appunti (appena possibile ne mostrerò qualcuna) e poi le gettavano.

p.m.pistoia ha scritto:
è più facile (anche se questo aggettivo poco si addice a queste corrispondenze) vedere corrispondenze con annullatura civile o militare?
ovviamente fino al 1935 solo corrispondenza civile. Nel corso della guerra d'Etiopia sembrerebbe che le Truppe Coloniali non scrivessero molto, mentre la corrispondenza relativa ai pochi mesi in cui l'AOI combatté la sua parte di guerra montiale sembra più abbondante.

p.m.pistoia ha scritto:
fra militari o militari/civili da e verso, o civili indigeni?
Il nucleo fondante della Somalia era (e in parte è tuttora) la cabila, che è qualcosa di più complesso di una semplice tribù e nella quale i legami erano fortissimi. Perciò la corrispondenza era soprattutto tra membri della stessa cabila, civili o militari che fossero.
Credo che nelle altre zone dell'impero le cose non fossero molto diverse.

p.m.pistoia ha scritto:
Corrispondenze solo interne alle colonie o anche tra colonie( tipo da ascari in Eritrea a ascari in Libia)?
Dubito che i nativi delle varie colonie avessero qualche motivo per corrispondere. Del resto è scarsissimo anche lo scambio di posta tra AOI e Libia per gli italiani, escluso qualche ufficiale che mandava saluti ed auguri ai colleghi.
Nel corso della guerra d'Etiopia parteciparono alla campagna anche truppe libiche, per cui non escludo che esista corrispondenza tra gli ascari libici e amici/parenti in patria, ma in questo campo sono più ignorante di te.

A questo punto urge qualche altra immagine: questa è una busta che ho venduto tempo fa e spero che la nuova proprietaria non me ne voglia.

Allegato:
50 c. imperiale Obbia.JPG
50 c. imperiale Obbia.JPG [ 263.41 KiB | Osservato 5525 volte ]

Lettera da Obbia 2.11.31 a Mogadiscio, affrancata con un esemplare del 50 centesimi "Imperiale" soprastampato Somalia Italiana.
In questo caso il numero augurale è 8648.

Anche questa non è più in mio possesso: se non ricordo male adesso è di un postino che l'ha presa per se anziché consegnarla

Allegato:
50 c. pittorica censura.JPG
50 c. pittorica censura.JPG [ 503.88 KiB | Osservato 5525 volte ]
Busta spedita da un nativo da Mogadiscio 12.7.40 ad un ascari a Giumbo, affrancata 50 centesimi (senza usufruire della riduzione per corrispondenza diretta ai militari) e censurata.

Qui l'indirizzo è scritto in italiano: "drito mano muntaz Ibrahim Assan cabila daudi 195 Battalione di Giumbo" e una laconica nota ci dice che "non c'è".

Notare che la guerra era in corso da poco più di un mese ed erano già istituiti gli uffici di Posta Militare, ma la lettera fu inoltrata dalla posta civile. Questa sussidiarietà tra i due servizi fu una caratteristica del servizio postale in Somalia nei pochi mesi in cui si combatté la seconda guerra mondiale in questa colonia.

Autore:  Roby2000 [ 24/09/2016, 15:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Ti ringrazio Vittorio perchè ho potuto vedere documenti rari e di grande interesse.Quante volte mi sono chiesto se esistenano corrispondenze dei reparti coloniali e pensavo anche alle Divisioni libiche senza averne mai visto una! Hai aperto un argomento che spero non sia solo tu a postare....
Cordiali saluti
Roby

Autore:  gpb01 [ 24/09/2016, 19:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Aggiungo il mio contributo con due buste. In effetti questo tipo di corrispondenza è molto rara, e ne trovate poche.
La prima lettera è invece all'interno dell'Eritrea.
La seconda lettera è per un cittadino somalo a Mogadiscio, che dai timbri sulla busta pare non la abbia nemmeno ricevuta.

Buona serata
gpb

Allegati:
Commento file: Lettera da Cheren a Macallè
GPB-Posta-Ordinaria-02.jpg
GPB-Posta-Ordinaria-02.jpg [ 237.46 KiB | Osservato 5504 volte ]
Commento file: lettera da Dire Daua a Mogadiscio per un somalo
GPB-Somalia-01.jpg
GPB-Somalia-01.jpg [ 190.84 KiB | Osservato 5504 volte ]

Autore:  somalafis [ 28/09/2016, 13:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Intervengo solo per segnalare che il numero ''propiziatorio'' di cui ha parlato ''ingegne''' sembra sopravvivere ancora nel periodo AFIS, stando a questa lettera in ottima grafia araba
Allegato:
mukalla.jpg
mukalla.jpg [ 79.64 KiB | Osservato 5484 volte ]

Autore:  ingegné [ 28/09/2016, 21:12 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

somalafis ha scritto:
Intervengo solo per segnalare che il numero ''propiziatorio'' di cui ha parlato ''ingegne''' sembra sopravvivere ancora nel periodo AFIS, stando a questa lettera in ottima grafia araba
Fino ad ora pensavo che il numero di buon augurio fosse sempre lo stesso, mentre ora mi rendo conto che cambia. Questa volta è il 8642.

L'unico elemento in comune sembra la cifra 8 iniziale. Sarebbe interessante decifrare questa specie di codice.

Vittorio

Autore:  somalafis [ 29/09/2016, 7:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Vedo che il numero e' sovrastato sempre da una scritta (relativamente breve): non sara' un riferimento ad un versetto del Corano?

Autore:  ingegné [ 29/09/2016, 9:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Mi sembra una ipotesi suggestiva: quando ho chiesto ad amici arabi di leggermi le scritte hanno sempre avuto qualche problema, perché pare che i somali non avesseri una "calli" grafia. Mi hanno comunque detto che si trattava di frasi del tipo "dritto in mano a ..." o "che possa giungere bene a..."

Ciò non toglie che il versetto del corano potesse non essere trascritto ma semplicemente richiamato. Cercherò di approfondire, anche se mi sembra che le "sure" siano solamente 114.

Autore:  michele mainenti [ 29/09/2016, 17:34 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Vedrò di partecipare anch'io, appena avrò riordinato un po' la posta militare della 2^ guerra, che mi è andata quasi tutta fuori posto. Però non credo di avere molte cose da mostrare.
Complimenti comunque ai fortunati possessari di questi gioiellini, non facilmente trovabili.
Cordiali saluti Michele Mainenti.

Autore:  michele mainenti [ 30/09/2016, 13:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

E' già due volte che non riesco a spedire questo documento e quindi riprovo ancora una volta.
Come potrete notare, il documento riporta due annulli dello stesso ufficio:
Sul francobollo del 6,7,13 ed accanto lo stesso timbro in data 10.7.13. La data manoscritta è del 6.7.13. Una cosa strana è anche quella che il bollo del 6.7.13 sia sopra a quello del 10.7.13. Non essendoci il timbro di arrivo non possiamo sapere se il documento abbia o meno viaggiato e sia soltanto di natura filatelica un po' arruffata. Ho notato però che in quei tempi ed successivamente al 1913, a volte la corrispondenza simile non portava il timbro di arrivo.
Cordiali saluti, Michele Mainenti.

Allegato:
img093.jpg
img093.jpg [ 370.42 KiB | Osservato 5444 volte ]
Allegato:
img096.jpg
img096.jpg [ 258.41 KiB | Osservato 5444 volte ]

Autore:  ingegné [ 01/10/2016, 14:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Caro Michele,

ti prego di fare attenzione all'argomento del thread in cui proponi le immagini dei tuoi interessanti documenti: questa discussione è riservata alla corrispondenza tra civili ed ascari somali.

La tua cartolina andrebbe postata invece nel thread I bolli della Somalia - SEGNALAZIONI in quanto anticiperebbe di 19 mesi la prima data d'uso conosciuta per questo annullo di Lugh.

Ti prego pertanto riproporre questo post nel thread che ti ho indicato e, qualora avessi qualcosa di attinente l'argomento di questa discussione o un commento da fare, di modificare il messaggio qui sopra.

Mi sono permesso di dirti questo perché, come avrai notato, ogni discussione ha un carattere diverso: questa si basa sulla curiosità ed esplora l'argomento di quanto e come si scrivessero i somali ed è frequentata anche da "non specialisti" di Somalia; l'altra è invece specificatamente marcofila e (sarà, spero) frequentata da specialisti del settore.

Autore:  gpb01 [ 03/10/2016, 12:02 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Ciao a tutti,
ecco una lettera spedita tra Ascari nel territorio del Giuba in Somalia (probabilmente parenti, dato lo stesso cognome "Dopare") il 30 luglio 1940, nei primi mesi della guerra in Aoi.

gpb

Allegati:
Commento file: busta da Gelib tra ascari (Somalia)
T03-02F.jpg
T03-02F.jpg [ 214.25 KiB | Osservato 5401 volte ]
Commento file: retro della busta da Gelib, transitata a Chisimaio
T03-02R.jpg
T03-02R.jpg [ 189.49 KiB | Osservato 5401 volte ]

Autore:  ingegné [ 03/10/2016, 21:48 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Sbaglio o l'ascari ha erroneamente applicato la tariffa di 40 centesimi (ridotta per militari tra AOI e Italia o viceversa) anziché quella di 25 centesimi che valeva per la corrispondenza a militari all'interno dell'AOI?

Autore:  gpb01 [ 03/10/2016, 22:20 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Si, è possibile che l'ascari abbia provato ad usare una tariffa ridotta (37,5 per l'Italia o 25 centesimi per la Somalia) e che abbia affrancato la busta con un leggero sovrapprezzo e quindi non sia stata tassata, rispetto ai 50 centesimi della tariffa normale.

Ciao
Gpb

Autore:  gpb01 [ 04/10/2016, 15:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Ciao a tutti,
Ho trovato un'altra lettera inviata allo stesso destinatario, questa volta in corretta tariffa ridotta per i militari (25 centesimi per la Somalia). La
destinazione era Giumbo nell'Oltre Giuba. Questo Muntaz doveva essere abbastanza noto e avere parecchi corrispondenti!

gpb

Allegati:
Commento file: Tariffa militare tra Ascari da Gelib a Giumbo
AOI-Gelib-Giuba-A3-01.jpg
AOI-Gelib-Giuba-A3-01.jpg [ 161.44 KiB | Osservato 5379 volte ]

Autore:  macrelli piero [ 10/10/2016, 9:05 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Aggiungo qualche pezzo dalla mia collezione: questo tipo di corrispondenza è decisamente non comune e di non facile reperimento.
Farà piacere a tutti vedere altri pezzi che spero verranno aggiunti .

Allegati:
FORUM AOI NATIVI  4 descrizione          .jpeg
FORUM AOI NATIVI 4 descrizione .jpeg [ 449 KiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI  4 riutilizzo                                .jpeg
FORUM AOI NATIVI 4 riutilizzo .jpeg [ 1.42 MiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI  4                                .jpeg
FORUM AOI NATIVI 4 .jpeg [ 1.47 MiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI  3 verso                                  .jpeg
FORUM AOI NATIVI 3 verso .jpeg [ 547.34 KiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI 3.jpeg
FORUM AOI NATIVI 3.jpeg [ 485.53 KiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI 2.jpeg
FORUM AOI NATIVI 2.jpeg [ 508.92 KiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI 1.jpeg
FORUM AOI NATIVI 1.jpeg [ 442.66 KiB | Osservato 5341 volte ]
FORUM AOI NATIVI.jpeg
FORUM AOI NATIVI.jpeg [ 611.87 KiB | Osservato 5341 volte ]

Autore:  somalafis [ 11/10/2016, 17:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

Viste su eBay: mi hanno colpito, anche se la seconda e' un po' off-topic (ma presenta scritte in tre alfabeti!)
Allegato:
nativi.jpg
nativi.jpg [ 299.84 KiB | Osservato 5317 volte ]
Allegato:
ind.jpg
ind.jpg [ 323.32 KiB | Osservato 5317 volte ]

Autore:  ingegné [ 11/10/2016, 19:07 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Corrispondenza tra nativi delle Colonie e dell'AOI

somalafis ha scritto:
Viste su eBay: mi hanno colpito, anche se la seconda e' un po' off-topic (ma presenta scritte in tre alfabeti!)

Come ho accennato all'inizio della discussione, in Somalia vivevano comunità abbastanza numerose di commercianti indiani ed arabi: la caratteristica era che interi gruppi familiari erano dediti al commercio nell'area dell'Oceano Indiano, con sedi a Mogadiscio, Merca, Brava, Aden, Zanzibar, Mombasa (Kenya), Bombay (oggi Mumbay), Durban (in Sudafrica) ed altri scali delle principali linee di navigazione.

Quello che mi fa disperare è che è relativamente facile trovare lettere spedite tra le "filiali" somale e, più rare, lettere verso la Somalia dalle sedi estere, mentre è difficilissimo trovare corrispondenza dalla Somalia alle sedi negli altri porti che ho citato.

La lettera che segue è uno dei pochi esempi a me noti: spedita da Mogadiscio il 26.9.27, affrancata 1,25 lire (primo porto per l'estero) con tre esemplari della serie "Elefanti e Leoni" con soprastampa in lire del 1926 e diretta a Mombasa.

Allegato:
1,25 estero.JPG
1,25 estero.JPG [ 427.75 KiB | Osservato 5314 volte ]

Come al solito, assieme all'indirizzo in arabo, abbiamo il numero propiziatorio: anche stavolta è 8642 come nella busta postata da Somalafis

Pagina 1 di 2 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
http://www.phpbb.com/