Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 17/11/2019, 13:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 125 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 14/09/2016, 10:40 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3937
Grazie a Vittorio e gpb01 per le risposte ai miei quesiti.
Cordiali saluti
Roby


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/09/2016, 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2013, 21:12
Messaggi: 646
gpb01 ha scritto:
All'interno dell'AOI le tariffe erano le stesse del Regno, eppure di aeroespressi coloniali non ne ho mai visti.

Nelle Colonie questa tariffa la ho vista utilizzata solo nelle affrancature dei vaglia aerei per l'Italia (come quelle delle jpg che ho allegato nel precedente intervento).

Ripensando a questo tuo post, ho fatto un attimo mente locale ed ho constatato che neanche il servizio espresso normale è stato usato in AOI. Provo a darne una spiegazione:

Nella maggior parte delle città, paesi, residenze e vice residenze, non c'era affatto la distribuzione della posta ai destinatari. I singoli cittadini conoscevano a memoria giorno e ora dell'arrivo dell'aereo/corriera/mulo/corriere a piedi/nave e si recavano di persona all'ufficio a controllare se c'era posta per loro, mentre i commercianti avevano sempre una casella postale. Di qui la inutilità di spendere soldi per un servizio che in pratica non sarebbe stato fornito.

_________________
Fortunato possessore di una bellissima collezione di Somalia Italiana: Francobolli, Storia postale, Annullamenti, Posta Militare, Navi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/09/2016, 20:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 29/01/2013, 16:20
Messaggi: 225
Località: MIlano
ingegné ha scritto:
gpb01 ha scritto:
All'interno dell'AOI le tariffe erano le stesse del Regno, eppure di aeroespressi coloniali non ne ho mai visti.

Nelle Colonie questa tariffa la ho vista utilizzata solo nelle affrancature dei vaglia aerei per l'Italia (come quelle delle jpg che ho allegato nel precedente intervento).

Ripensando a questo tuo post, ho fatto un attimo mente locale ed ho constatato che neanche il servizio espresso normale è stato usato in AOI. Provo a darne una spiegazione:

Nella maggior parte delle città, paesi, residenze e vice residenze, non c'era affatto la distribuzione della posta ai destinatari. I singoli cittadini conoscevano a memoria giorno e ora dell'arrivo dell'aereo/corriera/mulo/corriere a piedi/nave e si recavano di persona all'ufficio a controllare se c'era posta per loro, mentre i commercianti avevano sempre una casella postale. Di qui la inutilità di spendere soldi per un servizio che in pratica non sarebbe stato fornito.


Ciao, in effetti gli espressi spediti nell'interno dell'AOI sono rarissimi.
Però ne esistono anche se pochissimi, e fortunatamente io ne ho un paio.
Sarebbe interessante catalogare anche un punteggio di rarità per questa tariffa: sull'esempio della scala del valore degli annulli, qui proporrei un bel "13" !
Appena ritrovo le jpg degli espressi li pubblico in questo thread.

Buona serata

Gpb


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 16/09/2016, 12:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 29/01/2013, 16:20
Messaggi: 225
Località: MIlano
Ecco due espressi regolarmente viaggiati all'interno dell'AOI, uno per Mogadiscio. Quindi anche in Somalia c'è l'evidenza che il servizio espresso è stato utilizzato.
Le due raccomandate aeree espresso sono in perfetta tariffa di 4 lire (due porti aerei + porto ordinario + espresso + raccomandazione) e 3,50 lire (un porto aereo).

Cordiali saluti
gpb


Allegati:
Commento file: Raccomandata aerea espresso per l'Asmara
GPB-Espresso-02.jpg
GPB-Espresso-02.jpg [ 155.6 KiB | Osservato 2034 volte ]
Commento file: Raccomandata aerea espresso per Mogadiscio
GPB-Espresso-01F.jpg
GPB-Espresso-01F.jpg [ 271.92 KiB | Osservato 2034 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/09/2016, 10:27 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 524
ingegné ha scritto:
....
...
Nella maggior parte delle città, paesi, residenze e vice residenze, non c'era affatto la distribuzione della posta ai destinatari. I singoli cittadini conoscevano a memoria giorno e ora dell'arrivo dell'aereo/corriera/mulo/corriere a piedi/nave e si recavano di persona all'ufficio a controllare se c'era posta per loro, mentre i commercianti avevano sempre una casella postale. Di qui la inutilità di spendere soldi per un servizio che in pratica non sarebbe stato fornito.

Quello che scrive Vittorio dovrebbe essere restato vero anche nel periodo AFIS (negli anni '50) in Somalia. Tuttavia furono emessi francobolli per espresso e si trovano espressi spediti e viaggiati all'interno del paese. Peraltro credo di avere visto solo espressi indirizzati a Mogadiscio o nei pochissimi centri abitati che potevano meritare questo nome (ad esempio Merca). Evidentemente n quei centri c'era qualche limitato servizio di portalettere per gli espressi anche se praticamente tutta la posta manca di un'indirizzo come lo conosciamo noi (via e numero civico). I destinatari e la loro ubicazione dovevano quindi essere ben conosciuti localmente.
La mia limitatissima esperienza ''africana'' in quegli anni, si limita ad un soggiorno all'inizio degli anni '60 in un paese che pero' era di tradizione britannica, il Ghana (ex Gold Coast): li' non ho mai visto un portalettere e tutti gli occidentali e le imprese disponevano di una casella postale dove ricevevano e ritiravano la posta.... Ma ero un ragazzo e non mi venne mai in mente di informarmi sull'esistenza di qualche forma di ''special delivery'': peraltro nella capitale Accra solo alcune grandi strade avevano un nome.... e un recapito domiciliare avrebbe incontrato serie difficolta'.
A proposito, qualcuno sa come possa funzionare il recapito domiciliare in un paese refrattario agli indirizzi formalizzati come il Giappone?

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/09/2016, 15:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2012, 20:12
Messaggi: 636
somalafis ha scritto:
A proposito, qualcuno sa come possa funzionare il recapito domiciliare in un paese refrattario agli indirizzi formalizzati come il Giappone?
Dovremmo far iscrivere a questo forum il nostro amico Michele Martini, che con la sua dimestichezza col Giappone dovrebbe poterci chiarire la faccenda.
Michele

_________________
- la filatelia comincia dove il catalogo finisce
- ars longa, vita brevis


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/09/2016, 18:06 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 3937
Concordo con Samalafis.Anche in Tanzania non esiste portalettere neanche nella Capitale.Gli uffici postali si trovavano solo nei capoluoghi di provincia o di regione. Chi era interessato doveva andare di persona a ritirare la posta. Non si poteva dall'Italia inviare raccomandate o assicurate, in quanto non erano ammesse.Mio figlio che era volontario di una O.N.G.doveva fare otre 100 Km. di piste, non strade, per arrivare all'ufficio postale di Iringa.
Saluti
Roby


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 21/09/2016, 11:51 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 524
Da un vecchio catalogo Filsam del 1997 ecco un contributo interofilo: la rarissima CP eritrea da 75 centesimi con affrancatura ''mista'' con un francobollo aereo dell'AOI
Allegato:
aoi.jpg
aoi.jpg [ 890.6 KiB | Osservato 2000 volte ]

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 22/09/2016, 20:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2013, 21:12
Messaggi: 646
somalafis ha scritto:
In particolare piuttosto elusivi sono gli interi postali (non solo i biglietti postali ma anche le cartoline postali) di Somalia usati dal 1936 in poi.

Questa osservazione di Riccardo mi ha stuzzicato la fantasia di ampliare i miei interessi ed iniziare ad occuparmi anche degli interi postali somali (finora mi sono limitato a mettere da parte quelli che trovavo).

Perciò ho colto al volo l'occasione di acquistare su ebay questa cartolina postale spedita da Arbà (piccola località sul lago Abaya nel Governo dei Galla e Sidama) il 2 febbraio 1937, annullata dall'ufficio di Posta Militare 130 E (ufficio mobile a disposizione dell'Intendenza A.O. con funzioni di concentramento e smistamento per le truppe impegnate nelle operazioni di grande polizia coloniale), con affrancatura aggiuntiva di 1 lira per la sovrattassa aerea.

Allegato:
$_570.JPG
$_570.JPG [ 280.8 KiB | Osservato 1992 volte ]

_________________
Fortunato possessore di una bellissima collezione di Somalia Italiana: Francobolli, Storia postale, Annullamenti, Posta Militare, Navi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 23/09/2016, 7:34 
Non connesso

Iscritto il: 13/06/2016, 16:35
Messaggi: 141
Il sottoscritto colleziona anche le Colonie Italiane, ma principalmente per gli annulli. Ciò non toglie che, se trovo documenti con affrancature importanti, prendo anche quelli. Vi assicuro che espressi come quelli postati, non ne ho mai posseduti, né visti. Mi complimento quindi con i fortunati possessori di tali prelibatezze.
Saluti cordiali, Michele Mainenti


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 23/09/2016, 8:17 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 524
ingegné ha scritto:
..... stuzzicato la fantasia di ampliare i miei interessi ed iniziare ad occuparmi anche degli interi postali somali (finora mi sono limitato a mettere da parte quelli che trovavo)...

Ottima iniziativa: e' un settore anche poco studiato

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/09/2016, 19:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 29/01/2013, 16:20
Messaggi: 225
Località: MIlano
Buonasera,
ecco degli interi postali viaggiati all'interno della Somalia: uno inviato via aerea con la tariffa errata da 1 lira, l'altro spedito a Leonzio Marchetti "commerciante presso posta centrale" con al retro la richiesta di alcuni francobolli da collezione

Cordiali saluti
Gpb


Allegati:
Commento file: Cartolina postale della Somalia da Iscia Baidoa
GPB-Som-Intero-01.jpg
GPB-Som-Intero-01.jpg [ 55.95 KiB | Osservato 1973 volte ]
Commento file: Cartolina postale della Somalia via Aerea
GPB-Som-Intero-02.jpg
GPB-Som-Intero-02.jpg [ 158.31 KiB | Osservato 1973 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/09/2016, 22:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2013, 21:12
Messaggi: 646
gpb01 ha scritto:
'altro spedito a Leonzio Marchetti "commerciante presso posta centrale"

In realtà era un impiegato dell'Amministrazione Postale. Era poi un filatelista ed ebbe il merito di spedirsi o farsi spedire lettere e cartoline praticamente da tutti gli uffici postali della Somalia. Magari le affrancature erano fantasione e si sussurrava che facesse un uso un po' "disinvolto" dei timbri ritirati e conservati a Mogadiscio, ma ha reso un servizio notevole alla marcofilia della Somalia.

Evidentemente arrotondava lo stipendio anche vendendo francobolli ai collezionisti, ma credo che se qualcuno più in alto avesse letto "commerciante in francobolli" avrebbe passato un guaio. All'epoca dai dipendenti pubblici si pretendeva molta più correttezza di quanto si faccia oggi.

_________________
Fortunato possessore di una bellissima collezione di Somalia Italiana: Francobolli, Storia postale, Annullamenti, Posta Militare, Navi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 04/10/2016, 23:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2013, 21:12
Messaggi: 646
Interessante questa busta attualmente in vendita su ebay, spedita per via aerea negli stati uniti e in perfetta tariffa. E' affrancata con tre francobolli da 10 centesimi di Etiopia, un 5 centesimi e un 15 centesimi della serie ordinaria di Eritrea e un 2 lire di posta aerea di Somalia, per un totale di 2,50 lire: 1,25 per il primo porto ordinario e 1,25 per la soprattassa aerea fino a 5 grammi. Naturalmente la lettera ha viaggiato per via aerea solo nel tratto tra l'AOI e l'Europa ed ha attraversato l'Atlantico via mare, come risulta dal fatto che tra la spedizione ed il recapito sono intercorsi 13 giorni. I voli transatlantici effettuati dai mitici idrovolanti Boeing 314 "Clipper" furono infatti inaugurati solo nel giugno del 1939.
Allegato:
Aug18-2012lot48p1.jpg=600.jpg
Aug18-2012lot48p1.jpg=600.jpg [ 35.71 KiB | Osservato 1952 volte ]
Allegato:
Aug18-2012lot48p2.jpg=600.jpg
Aug18-2012lot48p2.jpg=600.jpg [ 25.6 KiB | Osservato 1952 volte ]
http://www.ebay.com/itm/Italian-East-Africa-Somalia-Eritrea-Ethiopia-Italy-1937-Airmail-NY-US-Cover-190-/151705684918?hash=item23525d0bb6:g:EKAAAOSwZG9WhtiU

_________________
Fortunato possessore di una bellissima collezione di Somalia Italiana: Francobolli, Storia postale, Annullamenti, Posta Militare, Navi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 06/10/2016, 17:04 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 9:37
Messaggi: 282
Salve. Forse quest'espresso fa al caso?
Fabio


Allegati:
001.jpg
001.jpg [ 563.6 KiB | Osservato 1940 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 07/10/2016, 10:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2013, 21:12
Messaggi: 646
Grazie Fabio per questo intervento, che aggiunge Massaua alle città dell'AOI in cui verosimilmente veniva effettuato il recapito espresso a domicilio.

Ho scritto "verosimilmente" perché non è detto che il recapito espresso sia avvenuto effettivamente e non fosse solo una pia illusione del mittente.

_________________
Fortunato possessore di una bellissima collezione di Somalia Italiana: Francobolli, Storia postale, Annullamenti, Posta Militare, Navi


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 07/10/2016, 11:14 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 9:37
Messaggi: 282
Certo.....verosimilmente......Son contento comunque per aver aggiunto col mio intervento qualcosa che al momento non si sapeva.......Per me e'gia tanto......
Fabio


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 07/10/2016, 14:25 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 524
da eBay un'affrancatura con valori gemelli
Allegato:
mista.JPG
mista.JPG [ 510.25 KiB | Osservato 1922 volte ]

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 16/10/2016, 14:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 29/01/2013, 16:20
Messaggi: 225
Località: MIlano
A proposito di affrancature eccezionali, ecco una raccomandata aerea del 7 settembre 1936 da Mogadiscio a Rovigo, in tariffa di 22,25 lire del peso di oltre 80 fino a 85 grammi per 6 porti ordinari e 18 porti aerei.

Tariffa: 6 x 50 centesimi, 18 x 1 lira + 1,25 raccomandazione = 22,25 lire

Cordiali saluti
gpb


Allegati:
Commento file: Raccomandata 6 porti ordinari e 18 aerei
AOI-Raccomandata-04.jpg
AOI-Raccomandata-04.jpg [ 182.92 KiB | Osservato 1900 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/10/2016, 14:09 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 524
Questa affrancatura ''mista'' non e' male...(catalogo della prossima asta Viennafil)
Allegato:
bustone.jpg
bustone.jpg [ 428.12 KiB | Osservato 1889 volte ]

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 125 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010