Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 17/06/2019, 23:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 01/07/2017, 14:36 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2682
Posto cartolina con fbollo somalo ma stampato in Italia. Il mittente è un italiano che lavorava nel 1970 con la S.N.A.I. a Mogadiscio.

Mi sono andato a informare e in altro sito filatelico ho trovato una risposta di SOMALAFIS, che qui volentieri riporto.
Grazie Riccardo.

Dopo la fine dell'AFIS nel 1960, la neonata Repubblica Somala (che comprendeva anche il territorio della ex Somalia Britannica) continuo' a far realizzare i propri francobolli (disegno e stampa) in Italia dall'Istituto Poligrafico dello Stato. Solo dal 1967 la Repubblica Somala commissiono' alcune serie anche ad altre stamperie ( De La Rue, Poligrafico di Ercolano, Poligrafico Staderini); la serie non emessa per Apollo XI fu commissionata alla ditta Turati e Lombardi di Milano, ma mai distribuita per il sopraggiunto colpo di stato del 21-10-1969 che apri' la strada al regime di Siad Barre. La denominazione fu mutata in Repubblica Democratica Somala e, dopo un paio di serie stampate da altri operatori, Mogadiscio torno' a rivolgersi dal 1970 esclusivamente all' Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma e, con l'eccezione di una serie stampata in Norvegia, si ando' avanti cosi' sino all'ultima serie del 1990. Nel 1991 cadde il regime di Siad Barre e comincio' la guerra civile che si puo' dire non sia mai finita. Si interruppero le relazioni postali con l'Italia e con tutto il mondo: cio' nonostante la rappresentanza diplomatica della Repubblica Somala continuo' a commissionare serie di francobolli all'IPZS di Roma e ai disegnatori italiani (Vangelli sopratttutto) sino alla fine del secolo. Queste emissioni sono secondo me sostanzialmente di fantasia, visto che non esistevano collegamenti postali effettivi. Le nuove autorita' somale negli ultimi anni hanno ripetutamente proclamato di voler ripristinare un normale collegamento postale riprendendo le emissioni...mah...
L'Istituto Poligrafico dello Stato ha realizzato francobolli e carte valori anche per altri stati, ma non ho mai realizzato una lista specifica di queste emissioni (tra gli altri Yemen, Eritrea Indipendente ecc.)


Allegati:
Digitalizzato_20170701.jpg
Digitalizzato_20170701.jpg [ 387.27 KiB | Osservato 1917 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 02/07/2017, 7:47 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 495
Grazie della citazione.
La storia postale (e la filatelia) della Somalia indipendente hanno pochi, se non pochissimi, cultori. Eppure qualche motivo di interesse ci sarebbe. Intanto nei primi anni dopo l'indipendenza (almeno sino al 1962) continuo' l'uso di carte valori postali AFIS. Dal 1960 al 1968 le carte valori postali continuarono ad essere ''scritte'' in arabo e italiano. Dal 1969 venne scelto l'inglese come lingua da accompagnare all'arabo. Nel 1973 invece entro' in uso la lingua somala scritta in caratteri latini (sempre accompagnata dall'arabo). Poi, come ho scritto, scomparve il servizio postale....

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 10/03/2019, 12:32 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2682
raccomandata via aerea da Merca 23/7/1967. Mi sembra timbro di primo tipo, etichetta di raccomandazione di foggia italiana? Tariffa? grazie Riccardo per ciò che ci vorrai dire, ho preso il pezzo solo per curiosità e metterlo a disposizione del forum... al retro timbro di arrivo a Levanto del 26/7/1967.


Allegati:
Digitalizzato_20190310 (3).jpg
Digitalizzato_20190310 (3).jpg [ 60.33 KiB | Osservato 852 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 10/03/2019, 12:49 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 495
In effetti il timbro di annullamento e l'etichetta di raccomandazione sono di fattura AFIS. L'affrancatura mi pare approssimativa: ci volevano 80 centesimi per spedire una lettera in Italia fino a 20 grammi, ma andava aggiunto uno scellino somalo di raccomandazione e poi uno scellino per ogni 10 grammi di peso per la posta aerea. Se la lettera, come sembra di capire, pesava piu' di 10 grammi, l'affrancatura sarebbe un po' carente, almeno stando all'ultimo tariffario AFIS varato nell'ottobre 1959 ma che credo valesse ancora nel 1967 (credo ma non ne ho certezza assoluta, essendo i miei studi in proposito limitati al periodo dell'Amministrazione Fiduciaria).

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 10/03/2019, 14:08 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2682
grazie per la velocissima disamina


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 16/03/2019, 21:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/08/2016, 21:02
Messaggi: 319
Località: Chiusaforte
Io possiedo questo aereogramma somalo, preso più per curiosità che per altro, viaggiato nel 1965 da Mogadiscio a Brema Germania, con bollo di arrivo. Non ho la minima idea se la tariffa fosse quella corretta, nè se sia un documento comune o meno

Allegato:
sp387.jpg
sp387.jpg [ 1.62 MiB | Osservato 786 volte ]

_________________
Andy66

Socio CFN Tarvisiano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 17/03/2019, 10:17 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 495
La tariffa dell'aerogramma per l'Europa(uno scellino somalo) e' giusta: e' un' ''eredita''' dell'AFIS. Lo e' anche l'annullamento ''Mogadiscio C.P.'' (Mogadiscio corrispondenze e pacchi): come si vede il timbro e' in condizioni perfette anche se talvolta su oggetti postali dell'ultimo periodo dell'AFIS si incontrano timbri apparentemente identici ma con la corona un po' danneggiata. Forse alle poste di Mogadiscio ne vennero forniti piu' esemplari o forse vennero ad un certo punto ''restaurati''...
Il pezzo, comunque, non dovrebbe costare molto.

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 20/03/2019, 19:41 
Non connesso

Iscritto il: 19/12/2017, 12:14
Messaggi: 177
molto interessante....

ho un paio di cartoline a 0,70.....


Allegati:
SAM_5496.JPG
SAM_5496.JPG [ 207.54 KiB | Osservato 731 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 21/03/2019, 9:54 
Non connesso

Iscritto il: 20/09/2012, 9:47
Messaggi: 495
Si tratta di cartoline illustrate (con un massimo di 5 parole di convenevoli) spedite per via aerea in Italia (il nostro paese dopo l'indipendenza della Somalia era diventato un paese ''estero''). Quindi i 75 centesimi dell'affrancatura corrispondevano a 30 centesimi di cartolina illustrata per l'estero piu' i 45 centesimi del supplemento aereo per l'Europa riservato agli ''altri oggetti'' (A.O. nella nomenclatura UPU, voce distinta da L.C. che comprendeva anche le cartoline con corrispondenza vera e propria e costava di piu'). I francobolli utilizzati sono quelli della serie ''prodotti agricoli'', disegnata da Corrado Mancioli e stampata dal Poligrafico dello Stato di Roma, emessa il 5-7-1961 con le consuete caratteristiche dei coevi francobolli italiani.
Ecco il bozzetto di Mancioli, tratto da un articolo che qualche tempo fa ho scritto per la rivista ''Storie di Posta''
Allegato:
Fig.18.1.jpg
Fig.18.1.jpg [ 80.06 KiB | Osservato 719 volte ]

Nella versione ''stampata'' cambieranno vari dettagli e soprattutto la stoffa dell'abito della giovane donna
Allegato:
Fig.18.3.jpg
Fig.18.3.jpg [ 74.99 KiB | Osservato 719 volte ]

_________________
Riccardo Bodo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: dopo la fine di AFIS
MessaggioInviato: 22/03/2019, 19:22 
Non connesso

Iscritto il: 19/12/2017, 12:14
Messaggi: 177
somalafis ha scritto:
Si tratta di cartoline illustrate (con un massimo di 5 parole di convenevoli) spedite per via aerea in Italia (il nostro paese dopo l'indipendenza della Somalia era diventato un paese ''estero''). Quindi i 75 centesimi dell'affrancatura corrispondevano a 30 centesimi di cartolina illustrata per l'estero piu' i 45 centesimi del supplemento aereo per l'Europa riservato agli ''altri oggetti'' (A.O. nella nomenclatura UPU, voce distinta da L.C. che comprendeva anche le cartoline con corrispondenza vera e propria e costava di piu'). I francobolli utilizzati sono quelli della serie ''prodotti agricoli'', disegnata da Corrado Mancioli e stampata dal Poligrafico dello Stato di Roma, emessa il 5-7-1961 con le consuete caratteristiche dei coevi francobolli italiani.
Ecco il bozzetto di Mancioli, tratto da un articolo che qualche tempo fa ho scritto per la rivista ''Storie di Posta''
Allegato:
Fig.18.1.jpg

Nella versione ''stampata'' cambieranno vari dettagli e soprattutto la stoffa dell'abito della giovane donna
Allegato:
Fig.18.3.jpg



Molto molto interessante. Grazieeee


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010