Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 22/01/2020, 10:15

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 12/03/2017, 15:26 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Una cartolina inviata da Firenze il 31/12/44 , diretta ad un campo per civili in Kenia e reindirizzata in Somalia. Sono presenti i timbri della censura egiziana, di quella inglese per i P.O.W in East Africa e quella ottagonale inglese in Somalia, contraddistinta dalle lettere "YY".


Allegati:
daitalia44.jpeg
daitalia44.jpeg [ 285.67 KiB | Osservato 2819 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/03/2017, 15:30 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Nel 1945, un biglietto postale scritto il 3 luglio 1945 nel campo 351 di Nairobi, inviato per posta aerea ad una donna a Mogadiscio, una delle poche non rimpatriate.


Allegati:
dakenia45.jpeg
dakenia45.jpeg [ 190.94 KiB | Osservato 2818 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/03/2017, 16:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Missiva inviata ad un internato civile da Lanciano al Campo N.4 in Sud Rhodesia. Riccardo.


Allegati:
SOUTH RODESIA.jpg
SOUTH RODESIA.jpg [ 133 KiB | Osservato 2814 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/03/2017, 17:25 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
consiglierei di aprire anche un thread specifico sui campi nelle colonie britanniche(Kenia, Uganda, Tanganika,Rodesia, tralascerei il sud africa perchè a Zonderwater gliene abbiamo dedicato uno specifico), perchè vedo che molto è il materiale che può essere postato....

qui posto una missiva spedita dall'Italia ad Harar (Carlo Spada penso fosse un militare, ufficiale, perchè parte della corrispondenza la aveva Antonio Pasquini e mi sembra mi dicesse così...). Trasferito (a lapis e penna...) al pow camp 354 in Kenya.
Posto anche il foglio di corrispondenza interno vero tesoro di notizie, perchè mi sembra in linea col thread parlando del rimpatrio di civili con le navi bianche.
"Sesto 10/10/42 Caro Carlo
un comunicato ci informa che prossimamente partiranno quattro motonavi dirette in Africa Orientale, per rimpatriare donne, vecchi, bambini e invalidi. Tu certamente non apparterrai a nessuna di queste categorie, ma Mafalda indubbiamente..."


Allegati:
img671.jpg
img671.jpg [ 697.63 KiB | Osservato 2812 volte ]
img672.jpg
img672.jpg [ 748.94 KiB | Osservato 2812 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 20/03/2017, 18:09 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Per quanto riguarda i campi in kenia, abbiamo:
Mombasa;
Nyeri, campo 1 B, dotato di un timbro lineare su 3 righe "n. 1B italian evacuee camp - Nyeri station - Kenya Colony"
campo 1 A, credo a Nyeri, ma non ne sono sicura;
Kabete;
n. 2 italian evacuee camp C.I.C. P.o. Box 91 – Nairobi, dotato di un timbro quadrato “Central Internment camp mail”, che, suppongo, sia un'altra denominazione del campo di Kabete;
n. 3 - Nanyuki, dotato di un timbro su 3 righe "n. 3 italien evacuee camp kenya"

In Tanganica ci fu:
Tabora.

In Uganda:
Kampala, i campi 5 e 6 (non ho mai visto nulla del campo 5);
Soroti (mai visto).


Allegati:
n. 2 fr.jpeg
n. 2 fr.jpeg [ 183.91 KiB | Osservato 2792 volte ]
n. 2 re.jpeg
n. 2 re.jpeg [ 162.25 KiB | Osservato 2792 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/03/2017, 20:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Continuo ad implementare questo interessante thread postando una bella missiva inviata dal Campo di TABORA situato in Tanganica nel Novembre del 1946 a Caltanissetta, questo campo è stato citato anche da Maria in un suo precedente intervento.Da notare il timbro lineare su tre righe in inchiostro violetto ITALIAN EVACUEE CAMP TABORA TANGANIKA TERRITORY.Riccardo.


Allegati:
TABORA PART..jpg
TABORA PART..jpg [ 146.1 KiB | Osservato 2771 volte ]
TABORA FRONTE.jpg
TABORA FRONTE.jpg [ 502.21 KiB | Osservato 2772 volte ]
TABORA RETRO.jpg
TABORA RETRO.jpg [ 441.65 KiB | Osservato 2772 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/03/2017, 17:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Aggiungo questa missiva inviata dal Campo di NYERI 1 A a Reggio Calabria in data 20 Ottobre 1945 dove si vede al retro il lineare su tre righe N.° 1 A ITALIAN EVACUEE CAMP - NYERI STATION - KENYA COLONY. Riccardo.


Allegati:
Nyeri FRONTE.jpg
Nyeri FRONTE.jpg [ 58.83 KiB | Osservato 2748 volte ]
Nyeri Retro.jpg
Nyeri Retro.jpg [ 51.49 KiB | Osservato 2748 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 15:09 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
in questo caso chi scrive non era un civile, trattasi di maresciallo maggiore della Regia Marina che scrive da Asmara il 3 settembre 1945, via aerea. Postalizzata il 8/9 arriva a La Spezia il 4 ottobre, come testimonia il timbro di arrivo. Risultano asportati i fbolli, si vede ancora una parte della fscetta di censura britannica.
Indicazione del mittente PENSIONE SUORE AMBA GALLIANO (una strada di Asmara): trattasi di uno dei diversi italiani rimasti in città con qualche compito?
Maria, hai qualche indicazione in merito?

p.s. il timbro sposta di un bel po' l'ultima data conosciuta, pertanto andrò a postarlo a breve dove di dovere :P


Allegati:
Digitalizzato_20170812.png
Digitalizzato_20170812.png [ 1.39 MiB | Osservato 2617 volte ]
Digitalizzato_20170812 (2).png
Digitalizzato_20170812 (2).png [ 1.25 MiB | Osservato 2617 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 15:25 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Buongiorno,
Enrico, in Eritrea gli italiani che rimasero furono molti, diversamente dall'Etiopia; rimpatriarono quando la colonia fu assegnata all'Etiopia. Gli ultimi rimpatriarono addirittura nel 1975. L'ipotesi che non sia mai stato internato, trattandosi di un carab, è possibile.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 15:35 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
grazie moltissime Maria, come al solito sempre molto disponibile.
ho il testo interno, andrò a vedere se c'è una qualche traccia ( a memoria no...). Era cmq un militare ( regia marina non carabiniere, che avrebbe potuto servire per il mantenimento dell'ordine in città). Pensavo che uno che sta dalle Suore e non stesse ne in un campo di raccolta, ne avesse parenti in loco (tant'è vero che scrive alla moglie o alla fidanzata in Italia)che lo ospitassero, avrebbe potuto essere uno rilasciato. Non ho altre corrispondenze del militare per cui non posso esserti più preciso.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 15:56 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
ecco qua uno stralcio della lettera, tra le righe dice che sta per essere rimpatriato.
Il testo mi ha riportato a memoria alcune cose che non ricordavo...: scrive alla moglie ed al figlio in Italia, ha una cognata ed un cognato che stanno lì ad Asmara che non sanno se torneranno presto in Italia, con varie vicende e pettegolezzi ; vuole tornare per essere reintegrato nei ruoli della marina, ha saputo che il suocero nel frattempo è caduto come partigiano... insomma una storia "italiana", direi...

Nel primo rigo della pagina scannerizzata "...agosto 1945 ebbi la comunicazione di essere incluso nelle partenze del 25 agosto" più avanti "La partenza è stata sospesa per alcuni giorni...Ho già il tesserino, devo solo ripresentare il bagaglio, si attende da un momento all'altro l'ordine".


Allegati:
Digitalizzato_20170812 (3).png
Digitalizzato_20170812 (3).png [ 2.79 MiB | Osservato 2610 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 16:09 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Tra le ipotesi possibili, che si trattasse di una famiglia che prima della guerra stava in Eritrea. Moglie e figlio rimpatriati con le navi bianche, lui internato ma non in India o in Kenia, bensì in Eritrea, forse per essere usato in qualche attività indispensabile come sostiene tu, libero abbastanza presto, all'armistizio o alla fine della guerra, e ora in attesa dei mezzi per rientrare in Italia. Tutta immaginazione, in mancanza di altri riscontri.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 12/08/2017, 22:11 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
più che immaginazione, prove indiziarie...nel testo della pagina scannerizzata il militare si reca da altra famiglia italiana in loco a ritirare oggetti appartenuti alla moglie ed al figlio, di cui la famiglia visitata ha un buon ricordo, segno che moglie e figlio avevano abitato anch'essi ad Asmara. Sappiamo che donne e bambini furono rimpatriati dalle navi bianche ...per cui l'immaginazione si veste di probabilità reali.. sennò perchè ci mettiamo a studiare? perchè ci divertiamo a ricostruire percorsi, biografie di emeriti sconosciuti...penso che la risposta stia nella passione che mettiamo nella ricerca, giusto Maria?
grazie ancora per la compagnia erudita che ci concedi nel forum e sulle pagine della rivista...a presto.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 13/08/2017, 9:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
mariamar ha scritto:
Tra le ipotesi possibili, che si trattasse di una famiglia che prima della guerra stava in Eritrea. Moglie e figlio rimpatriati con le navi bianche, lui internato ma non in India o in Kenia, bensì in Eritrea, forse per essere usato in qualche attività indispensabile come sostiene tu, libero abbastanza presto, all'armistizio o alla fine della guerra, e ora in attesa dei mezzi per rientrare in Italia. Tutta immaginazione, in mancanza di altri riscontri.

Sono d'accordo con Maria riguardo la sua ipotesi, ed anche quanto aggiunto successivamente da Enrico.Molto probabilmente la famiglia era ivi residente, successivamente e stata rimpatriata con le Navi Bianche, ed il Maresciallo della Marina, in attesa del suo rimpatrio per ricongiungersi con la famiglia, aveva trovato ricovero temporaneo presso la pensione gestita dalle Suore.P.S.Mi permetto di descrivere una inezia, ma tra gli oggetti presi, si rileva dal testo, vi è la FORTUNA BENDATA, di cosa si tratta secondo voi? Sapendo in ogni caso che la Fortuna viene rappresentata da una DEA BENDATA, non riesco a capire cosa sia, di cosi importante per loro.Saluti Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 13/08/2017, 9:42 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
eh, si sa un portafortuna ha per chi ci crede e lo possiede un valore al di là di quello intrinseco materiale...probabilmente si trattava di una statuetta raffigurante la dea bendata fortuna, che la moglie aveva dato in custodia, assieme ad altri oggetti, alla famiglia di italiani là rimasti. Ma siamo solo nelle ipotesi, poteva essere un oggetto come questo che riporto.


Allegati:
s-l225.jpg
s-l225.jpg [ 6.7 KiB | Osservato 2588 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/05/2018, 18:47 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
busta spedita l'8/11/41 a maresciallo R.Marina , in ospedale militare di Sembel Asmara; dal testo si dice che è dal 19/6 che si trovava in ospedale; sull'indirizzo varie annotazioni: a lapis OETA Occupied Enemy Territory Eritrea, non Egypt come indicato per il passaggio dal medio oriente dal mittente. Annotazione a penna accanto all'indirizzo dell'ospedale di Sembel, NOT, quindi non presente più all'ospedale. Altra annotazione a lapis MUTILATI ASMARA 381810.

da successive corrispondenze dei primi mesi del 1942 sappiamo che il militare, restò presso altro italiano, forse in convalescenza, ad Asmara. Busta instradata per posta aerea con fbolli asportati Via Chiasso Gerusalemme.


Allegati:
Digitalizzato_20180530 (6).jpg
Digitalizzato_20180530 (6).jpg [ 56.27 KiB | Osservato 2110 volte ]
Digitalizzato_20180530 (7).jpg
Digitalizzato_20180530 (7).jpg [ 84.03 KiB | Osservato 2110 volte ]
Digitalizzato_20180530 (9).jpg
Digitalizzato_20180530 (9).jpg [ 47.39 KiB | Osservato 2110 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/05/2018, 21:17 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
Interessante l'uso della posta dei prigionieri per scrivere ad un civile libero.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 29/06/2018, 20:51 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2957
civile da camp n.1 Kenia
con timbro rettangolare refugee camp n.1


Allegati:
Digitalizzato_20180629 (15).jpg
Digitalizzato_20180629 (15).jpg [ 34.79 KiB | Osservato 2015 volte ]
Digitalizzato_20180629 (16).jpg
Digitalizzato_20180629 (16).jpg [ 29.99 KiB | Osservato 2015 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/06/2018, 15:00 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 646
E' il campo di Kabete, se non ricordo male. Bella.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/06/2018, 19:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Aggiungo questa missiva tratta dal web, sempre inviata dal Camp 2 di Kabete Nairobi Kenia, con lo stesso mittente di quella precedentemente postata da Maria.Riccardo.


Allegati:
KENIA FRONTE.jpg
KENIA FRONTE.jpg [ 328.32 KiB | Osservato 1996 volte ]
KENIA RETRO.jpg
KENIA RETRO.jpg [ 320.85 KiB | Osservato 1996 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010