Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 13/11/2019, 15:37

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 27/12/2016, 10:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Salve su un sito americano ho trovato questo documento che vado a postare , in quanto la ritengo interessante.Si tratta di una cartolina della Croce Rossa Italiana per la posta di prigionieri di guerra italiani da Campello sul Clitunno (Perugia) 3 Agosto 1942 inviata ad un tenente dell'esercito italiano a Camp 24, India. La cartolina è stata spedita tramite posta aerea, ma sono stati rimossi i francobolli apposti su di esso da un ufficiale di censura italiana, probabilmente,durante il trasporto. La cartolina presenta l'annullo circolare "217 - I" della censura e il timbro "UFFICIO POSTA CENSURA ESTERA I", e Verificato / PER CENSURA impresso a Roma . Inoltre in India, un "DHP / 5" timbro censore ottagonale, lineare DHP / 51 impresso all'arrivo in India; Inoltre presenta un "24" marchio censore del Campo (forma triangolare).
La cartolina inoltre, presenta un timbro rettangolare inscritto "POSTA AEREA PER Prigionieri DI GUERRA / VIA SOFIA - ISTANBUL". Questo percorso di posta aerea per prigionieri di guerra è stata di breve durata e solo una piccola parte della posta è stata timbrata con "POSTA AEREA PER Prigionieri DI GUERRA / VIA SOFIA - ISTANBUL".Riccardo.


Allegati:
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBULbasso.jpg
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBULbasso.jpg [ 635.63 KiB | Osservato 4057 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 11:33 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Buongiorno,
cerco di riassumere in maniera molto sommaria le vicende della posta aerea dei POW verso l'India. Per un approfondimento, consiglio di leggere "La Posta aerea per i prigionieri di guerra da e per l'Italia nel secondo conflitto mondiale", un percorso di ricerca iniziato da Aldo Cecchi e rielaborato da Graziano Mamone - XIV colloquio di Storia Postale dell'Istituto Storico per gli Studi Postali di Prato.
Inglesi e italiani raggiunsero un accordo per la posta aerea dei rispettivi prigionieri di guerra nel marzo del '42.
Poiché l'amministrazione italiana non poteva inviare posta direttamente ad un Paese nemico, la inviava, per via ordinaria, a Chiasso in Svizzera, dopo che era stata sottoposta a censura dall'Ufficio posta estera I di Roma.
Da Chiasso la posta ritornava, per via ordinaria, come dispaccio svizzero, a Milano per essere imbarcata sulla linea aerea italiana Milano - Venezia - Zagabria- Budapest - Sofia. Da Sofia a Gerusalemme viaggiava per via ordinaria, in camion o treno. Da Gerusalemme a Bombay viaggiava con le linee aere inglesi, via Bagdag.
Tutto questo durò assai poco, un paio di mesi, ed è evidenziato dall'apposizione di un timbro in cartella rosso o viola "Via Chiasso - Sofia - Bagdag". La lettera che segue, datata 25 giugno 1942, ne è un esempio. Seguirà un altro post per la situazione successiva.


Allegati:
INDIA 1.jpeg
INDIA 1.jpeg [ 316.09 KiB | Osservato 4017 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 11:45 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Poi, però, l'amministrazione italiana decise di eliminare il passaggio attraverso la Svizzera, considerando che gli accordi della Convenzione di Ginevra giustificavano uno avvio diretto.
Quindi l'avviamanto divenne, "Via Sofia Bagdag".
La lettera che segue, del 7 luglio 1942, è un esempio di questa nuova situazione.

Anche questa soluzione durò assai poco, un altro paio di mesi, perché, poi, venne attivato un dispaccio aereo per Istambul ed è la situazione della cartolina presentata da Riccardo, "Via Sofia Istambul", probabilmente per accorciare il percorso con mezzi terrestri da Sofia a Gerusalemme. Ne ho dedotto che fosse a carico delle linee aeree italiane anche il percorso Sofia Istambul. Non metto un esempio perché la situazione corrisponde alla cartolina postata da Riccardo.
Segue un altro post con un ultimo utilizzo del timbro per l'indicazione dell'avviamento


Allegati:
INDIA 2.jpeg
INDIA 2.jpeg [ 343.68 KiB | Osservato 4017 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 11:53 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Dopo l'8 settembre '43, ma forse ancora prima, nell'estate del'43, la situazione evolve in maniera negativa per l'Italia e si assiste alla scomparsa dal timbro dell'indicazione delle vie di avviamento, probabilmente perché le linee aeree italiane non erano più in grado di garantirle.
Posto un biglietto postale datato dal mittente 1 ottobre 1943 dove il timbro è rimasto ma le vie sono state eliminate.
Considerata la data, dovrebbe apparire il timbro di censura dei tedeschi dell'Ufficio di Monaco di Baviera, visto che la posta estera della RSI era inoltrata da loro, ma non c'è. Probabilmente, vista la data precoce, l'iter non era ancora stato messo a punto. Non sono in grado di fare ipotesi su quale avviamento abbia avuto.


Allegati:
INDIA 3.jpeg
INDIA 3.jpeg [ 272.89 KiB | Osservato 4015 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 14:13 
Non connesso

Iscritto il: 31/10/2012, 16:35
Messaggi: 63
Posto questa cartolina in franchigia che presenta il timbro di censura di Monaco; è stata spedita da Alassio in data 9 agosto 1943 verso il Campo 25 India c/o G.P.O. (General Post Office)
Forse può aiutare per identificare il periodo di attivazione?
guerrino
Allegato:
Cartolina C.R.I. per l'India.jpg
Cartolina C.R.I. per l'India.jpg [ 173.43 KiB | Osservato 4009 volte ]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 14:43 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Ciao Guerino,
La tua cartolina non è stata spedita per posta aerea.
Si trovano segni della censura tedesca sulla posta dei prigionieri di guerra fin dall'ottobre del 1941, ma prima della RSI questo controllo è occasionale.
Solo con la posta verso l'estero della RSI diviene la regola, tanto per la posta aerea che per quella ordinaria.
Ho anch'io alcuni esempi di posta per i prigionieri dell'estate del '43, ordinaria e aerea, che presenta già i segni del controllo tedesco. È possibile che già dopo l'invasione della Sicilia l'Italia avesse perduto la capacità tecnica di far viaggiare autonomamente tutta la sua posta diretta ai prigionieri di guerra e dovesse affidare qualche dispaccio ai mezzi tedeschi, in particolare quei dispacci che dovevano viaggiare attraverso i Balcani.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 15:06 
Non connesso

Iscritto il: 31/10/2012, 16:35
Messaggi: 63
""La cartolina è stata spedita tramite posta aerea, ma sono stati rimossi i francobolli apposti su di esso da un ufficiale di censura italiana, probabilmente,durante il trasporto"".

Dimenticavo ... a mio parere i francobolli venivano tolti dal censore inglese.
Nella cartolina che posto si vede che il timbro di censura posta estera era stato applicato sopra i francobolli e all'arrivo è stato applicato il PASSED inglese che copre quello italiano e lo spazio nel quale si trovavano i francobolli.
guerrino
Allegato:
Cartolina C.R.I. per l'India con rimozione francoblli.jpg
Cartolina C.R.I. per l'India con rimozione francoblli.jpg [ 229.39 KiB | Osservato 3997 volte ]


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 15:45 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Concordo Guerrini, era il censore inglese a rimuovere i francobolli e a mettere al loro posto il suo timbro. Nei casi in cui il timbro non è sullo spazio da cui sono stati rimossi i francobolli, non è stato il censore astaccarli, ma i collezionisti.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 16:51 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Ringrazio Maria per aver spiegato in maniera egregia il funzionamento della Posta Aerea di questa corrispondenza verso l'India, contribuendo ad implementare il thread e vado ad aggiungere anche queste altre tre missive, provenienti dallo stesso carteggio, spedite sempre allo stesso Tenente. L'ultima cartolina postata fu inizialmente inviata al militare che si trovava trattenuto nel P.O.W Camp in Egitto. Ma quando la missiva giunse in Egitto fu reindirizzato al Campo 24, di Dehra Dun , in India. dove il destinatario era stato, nel frattempo trasferito P.S.Maria sono d'accordo con te e Guerrino riguardo il discorso dell' asportazione dei f.bolli da parte del censore Inglese, previo annullo, ma nei casi da me presentati mi sembra che i francobolli non siano stati staccati da collezionisti. Riccardo.


Allegati:
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBUL12243.jpg
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBUL12243.jpg [ 680.05 KiB | Osservato 3975 volte ]
POWINDIA24CHIASSOSOFIABAGDAD201042.jpg
POWINDIA24CHIASSOSOFIABAGDAD201042.jpg [ 647.84 KiB | Osservato 3975 volte ]
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBULbasso.jpg
POWINDIA24CHIASSOSOFIAISTANBULbasso.jpg [ 689 KiB | Osservato 3980 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 17:56 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
La mia era una generalizzazione di tipo statistico, non una verità assoluta.
Comunque, quando sull'area dei francobolli c'è il timbro del censore, puoi stare sicuro che fu lui a rimuoverli, in tutti gli altri casi rimane sempre il dubbio di essere di fronte ad una busta danneggiata.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 18:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
mariamar ha scritto:
La mia era una generalizzazione di tipo statistico, non una verità assoluta.
Comunque, quando sull'area dei francobolli c'è il timbro del censore, puoi stare sicuro che fu lui a rimuoverli, in tutti gli altri casi rimane sempre il dubbio di essere di fronte ad una busta danneggiata.

Sono d'accordo con te.Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Aggiungo questa cartolina estrapolata da una vendita A.I.C.P.M.Riccardo.


Allegati:
P.O.W. INDIA 1.jpg
P.O.W. INDIA 1.jpg [ 101.83 KiB | Osservato 3908 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 21:33 
Non connesso

Iscritto il: 31/10/2012, 16:35
Messaggi: 63
Ciao Riccardo, sei sempre molto attivo.
Aggiungo... i francobolli non venivano tolti da collezionisti ma bensì dai censori inglesi per controllare eventuali messaggi "abusivi".
Da qualche parte ho una interessante cartolina spedita da un militare in Croazia verso l'india.
Ha fatto un percorso molto interessante, devo cercarla.
guerrino


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 21:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Grazie Guerrino, ma se leggi bene tutti i post non ho mai detto che i francobolli venivano staccati dai collezionisti, caso mai nel rispondere a Maria, ho avanzato dei dubbi in proposito, e da inesperto di storia postale conoscevo comunque già tale prassi censoria. Saluti Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 21:51 
Non connesso

Iscritto il: 31/10/2012, 16:35
Messaggi: 63
"Concordo Guerrini, era il censore inglese a rimuovere i francobolli e a mettere al loro posto il suo timbro. Nei casi in cui il timbro non è sullo spazio da cui sono stati rimossi i francobolli, non è stato il censore astaccarli, ma i collezionisti".

Scusami Riccardo, mi riferivo ad una osservazione di mariamar ma forse è stata una sua battuta.
guerrino


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/12/2016, 22:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
guerrino ha scritto:
"Concordo Guerrini, era il censore inglese a rimuovere i francobolli e a mettere al loro posto il suo timbro. Nei casi in cui il timbro non è sullo spazio da cui sono stati rimossi i francobolli, non è stato il censore astaccarli, ma i collezionisti".

Scusami Riccardo, mi riferivo ad una osservazione di mariamar ma forse è stata una sua battuta.
guerrino

Non c'è bisogno di scusarsi Guerrino, comunque quella di Maria non è affatto una sua battuta, in quanto la rimozione dei francobolli, specialmente nel passato era una pratica molto esercitata e diffusa che ha provocato danni enormi alla Storia Postale e ai suoi documenti.Quindi come ti ha spiegato bene Maria, nel caso in questione, in cui l'annullo non fosse stato apposto nella zona della busta dove furono rimossi i f.bolli, è molto probabile che sia stato un collezionista. Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 31/12/2016, 9:38 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 626
Provo a spiegarmi meglio.
Dovendo acquistare un documento postale viaggiato per via aerea, faccio il possibile per prenderlo con i francobolli. È un po' difficile, ma ci sono, qualche volta i censori li lasciavano, anche quelli britannici. I censori americani li lasciarono praticamente sempre.
Se non ci riesco, prendo in considerazione quelle in cui il censore ha dichiarato il suo intervento mettendo il timbro al posto dei francobolli. Sono sicura che non è una manomissione, ma la testimonianza della prassi censoria secondo istruzioni ricevute dai censori. Esiste anche un timbro dei censori inglesi che recita che i francobolli sono stati tolti dal censore, ma è di uso rarissimo.
Solo come ultima scelta, se proprio ho bisogno di quel documento per spiegare qualcosa, prenderò in considerazione il caso dei francobolli rimossi senza che lo spazio da loro lasciato sia stato toccato da un segno del censore, perché il dubbio che siano stati tolti (o abbiano maldestramente , tentato di toglierli) a scopo collezionistico mi rimarrà sempre.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 31/12/2016, 10:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Maria a me è tutto chiaro ed ho compreso bene il senso del tuo intervento,e la prassi censoria di asportare i f.bolli risale alla Grande Guerra. Inoltre condivido quanto hai affermato in quest'ultimo post, riguardante i tuoi metodi personali di scelta, di fronte all'acquisto di un documento viaggiato per via aerea. Buon Anno da Riccardo.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 31/12/2016, 11:32 
Non connesso

Iscritto il: 31/10/2012, 16:35
Messaggi: 63
"Se non ci riesco, prendo in considerazione quelle in cui il censore ha dichiarato il suo intervento mettendo il timbro al posto dei francobolli. Sono sicura che non è una manomissione, ma la testimonianza della prassi censoria secondo istruzioni ricevute dai censori".

Non voglio assolutamente ribattere sulla tesi del controllo, condivido senza remora quanto è stato spiegato ma senza andare oltre mi riferisco anche alle ultime cartoline messe sul post da Riccardo i cui si vede chiaramente che i francobolli strappati a metà sono stati lacerati con il solo scopo di controllare sotto.
Naturalmente penso che se il francobollo fosse stato particolare sicuramente la “mano del collezionista” avrà cercato di appropriarsi.
Ho fatto l’intervento per prendere l’occasione di farvi i miei migliori Auguri di Buon Anno e di continuare su queste interessanti conversazioni che ci offrono l’opportunità di chiarire i tanti aspetti della storia postale che non abbiamo ancora consolidato (questo almeno per quanto riguarda il sottoscritto)
guerrino


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 31/12/2016, 11:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2750
Località: COLLEGNO (TORINO)
Guerrino ti faccio gli Auguri a te e famiglia, e da attento osservatore avrai notato che la cartolina da me postata che presenta il n.24 scritto a matita del 13 Febbraio 1943, sopra i francobolli strappati dal censore è stato apposto il timbro del campo, a confermare che é stato il censore a eseguire tale prassi.Riccardo.


Allegati:
PART.POW INDIA.jpg
PART.POW INDIA.jpg [ 87.07 KiB | Osservato 3839 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010