Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 28/02/2021, 20:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 23/02/2021, 10:17 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Buongiorno,
vorrei preparare un piccolo articolo sulla presenza di timbri degli Uffici di Posta Militare sulla posta inviata ai prigionieri di guerra.
Avrei bisogno dell'aiuto degli esperti di P.M. per comprendere l'iter della cartolina che allego, spedita attraverso l'Ufficio di P.M. 10 in data 27/05/41 dislocato a Susak.
Dall'ufficio di Susak, quale iter ha seguito per arrivare in Italia e ricevere il timbro dell'Ufficio Prigionieri di Roma?
La cosa che mi insospettisce è la presenza del timbrino circolare viola "6BR", che mi sembra un timbro della censura provinciale di Brindisi. Per quanto riguarda la censura della posta dei POW, in un primo momento fu affidata alle commissioni provinciali, poi all'Ufficio Censura Posta Estera I di Roma, istituito il 15 maggio 1941. La cartolina è stata spedita pochi giorni dopo la sua istituzione e forse non era ancora completamente operativo, pertanto la presenza di un timbro di una commissione provinciale ci può stare. Ma perchè da Susak, in prov. Fiume, sarebbe andata a Brindisi? come funzionava l'arrivo in Italia della P.M. spedita dall'estero?


Allegati:
pm 10.jpeg
pm 10.jpeg [ 440.15 KiB | Osservato 189 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 23/02/2021, 22:44 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
non ho idea, direi che se ha fatto il percorso da Brindisi, poi è stato recapitato a Roma?cioè da Sussak, sobborgo di Fiume aldilà dell'Eneo e quindi prima dell'aprile 41 ancora in Jugoslavia, avrebbe preso la via di mare per andare a Brindisi? viaggio occasionale? Direi di si, perchè con i vari messaggeri su treno e le linee ferroviarie presenti, avrebbe potuto(dovuto?) prendere una linea ferroviaria, magari da Fiume verso Bologna e poi a Roma...?
cmq spero di leggere presto il tuo articolo, che sarà interessante come sempre.
Mi ha sempre incuriosito l'utilizzo di p.m. su corrispondenze di prigionieri. In teoria non ci sarebbe dovuta essere, perchè poteva far localizzare la presenza delle unità militari da dove veniva scritta...
se trovo tra la mia roba qualcosa che ti può essere utile te la inserisco qui.
ti interessa anche corrispondenza postalizzata con PM indirizzata alla Croce Rossa di Ginevra per info sui p.o.w. o solo quella diretta subito verso i prigionieri? e quella presente sulle corrispondenze da ns. campi di P.G. verso casa , postalizzate tramite concentramenti di P.M.?
ciao Maria


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 8:11 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Grazie Enrico.
I bolli degli Uffici di concentramento costituirebbero la seconda parte dell'articolo, quindi mi interessano. Ho quelli di PM 3100 e 3200, di 3400 ho un lineare, tutto il resto mi manca.
Mi interessano anche i tuoi esempi sulla posta spedita ai nostri prigionieri ed anche il PM 10 su posta inviata dalla Jugoslavia a prigionieri o internati in Italia.
Maria


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 15:46 
Non connesso

Iscritto il: 30/10/2012, 14:25
Messaggi: 4830
Maria, mi potresi postare l'interno del documento? Per quanto abbia cercato, non sono riuscito a localizzare il 10° Battaglione Telegrafisti che penso sia la chiave per decifrare di questo strano percorso.
Grazie
Roby


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 17:48 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Eccolo


Allegati:
pm 10 re.jpeg
pm 10 re.jpeg [ 492.03 KiB | Osservato 132 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 20:18 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
l'argomento mi ha sempre interessato per via che appunto mettere un timbro di PM su una corrispondenza che andava ad un nemico o comunque all'estero mi sembra una infrazione al segreto militare.
nella mia piccola collezione di pow alleati in Italia un mini censimento sui supporti porta questo rapporto:
franchigie bianche esagoni neri: tot.48 con PM n.2
biglietti per pow:tot.27 con pm n.3 (+4 amministrativi con indicazione posta militare abbinato al n° del campo).
Quindi ammettendo una qualche oggettività al metodo, si suppone un uso sporadico di timbri PM su questo tipo di corrispondenze.
Per quanto riguarda i concentramenti postali utilizzati, valutando il lasso di tempo di permanenza nei campi dei pow alleati, abbinata agli eventi di cattura con prevalenza di alcuni periodi, mi sembra normale trovare associato PM 3100(Alessandria) e PM3200 (Bologna) per le zone servite dai medesimi concentramenti (Italia centro nord ove erano i campi pow più grossi). E difatti le mie presenze sono divise tra PM3100 e 3200; un solo lineare con pm3400 abbinato però nel timbro al numero del campo (quindi bollo amministrativo e non guller di PM). Così come in un timbro circolare rosso, amministrativo del campo n.52 , appare l'indicazione PM3100.
Certamente il caso è diverso se la spedizione va verso un paese nemico o in uno controllato (Croazia, Serbia) da noi o Tedeschi.
Posto di seguito qualche esemplare che spero ti possa servire nel tuo scritto.


Allegati:
Digitalizzato_20210224 (2).jpg
Digitalizzato_20210224 (2).jpg [ 516.17 KiB | Osservato 127 volte ]
Digitalizzato_20210224.jpg
Digitalizzato_20210224.jpg [ 874.54 KiB | Osservato 127 volte ]


Ultima modifica di p.m.pistoia il 24/02/2021, 20:43, modificato 2 volte in totale.
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 20:33 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
gli altri già enunciati...

per quanto riguarda il tuo PM10 io credo possa rientrare in una regola che vede l'apposizione del timbro di PM esclusivamente(?) o prevalentemente su corrispondenze dall'Italia.
I concentramenti vanno in questa direzione interpretativa, la PM 10 era a Fiume (Italia allora) e fungeva da concentramento per le zone di presidio ex-jugoslave; per il percorso ha preso la via del mare, invece che quella più regolare per l'instradamento ferroviario mezzo Trieste per Bologna (e po magari tramite ufficio prigionieri della CRI a Roma). Invece è sbarcata a Brindisi, censurata lì e inoltrata a Roma per il solito giro...


Allegati:
Digitalizzato_20210224 (5).jpg
Digitalizzato_20210224 (5).jpg [ 443.32 KiB | Osservato 125 volte ]
Digitalizzato_20210224 (4).jpg
Digitalizzato_20210224 (4).jpg [ 488.98 KiB | Osservato 125 volte ]
Digitalizzato_20210224 (3).jpg
Digitalizzato_20210224 (3).jpg [ 507.41 KiB | Osservato 125 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 20:42 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
Questo è un caso diverso, lo posto più che altro per la sua "bellezza"...
Su un intero serbo, da Belgrado scrivono al campo di prigionia in Italia, ad Aversa, utilizzando la PM 10 sez. B, utilizzata dal Nucleo staccato.
Quindi è una corrispondenza verso un prigioniero e spedita in Italia, forse un po' fuori tema, ma mi piaceva riproporla.


Allegati:
Digitalizzato_20210224 (6).jpg
Digitalizzato_20210224 (6).jpg [ 650.62 KiB | Osservato 125 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 22:44 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
d'altronde in questo tipo di corrispondenze l'indirizzo indicato è sempre dato dal campo col proprio numero accompagnato dall'indicazione della P.M. di riferimento territoriale...anche senza apposizione del guller di P.M. o di indicazione nei timbri del campo, l'indirizzo esplicitava già una localizzazione.
Fa pensare che i campi di prigionia fossero gestiti dal Ministero della Guerra, che avrebbe dovuto mantenere il segreto militare....
L'indirizzo per le corrispondenze dei prigionieri alleati prevedeva proprio per completezza dell'indirizzo l'indicazione del concentramento postale militare... solo noi Italiani mi sembra abbiamo adottato questo sistema di abbinamento.
vediamo un esempio di biglietto predisposto dai Britannici per la corrispondenza verso i propri pow, in questo caso verso la pm3450.


Allegati:
Digitalizzato_20210224 (8).jpg
Digitalizzato_20210224 (8).jpg [ 586.93 KiB | Osservato 117 volte ]
Digitalizzato_20210224 (7).jpg
Digitalizzato_20210224 (7).jpg [ 668.89 KiB | Osservato 117 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 22:51 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
ed ora il caso di una raccomandata spedita dal campo di prigionia n.28 (Verona) verso una civile serba a Belgrado, postalizzata con PM 3200. Si nota anche l'ovale Regie Poste del campo per prigionieri di guerra n.28 p.m. 3200. Essendo una zona sotto controllo tedesco sono presenti le loro censure.


Allegati:
Digitalizzato_20210224 (9).jpg
Digitalizzato_20210224 (9).jpg [ 977.93 KiB | Osservato 117 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 22:53 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
e ora non mi rimane che andarti a cercare tra la posta militare qualche casistica verso nostri prigionieri in mano alleata... ci sono mi pare due periodi: prima dell'armistizio, quando le corrispondenze sono appunto verso paesi nemici, e dopo quando siamo diventati co-belligeranti e la corrispondenza va verso paesi divenuti "amici"...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 23:11 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Grazie Enrico, noto che anche tu hai trovato solo il bollo tondo degli uffici PM 3100 e 3200 e il lineare di PM 3400. Per quanto riguarda il bollo PM 10 su posta diretta a prigionieri slavi in Italia, mi serviva, mi manca. È un’altra casistica, ma mi ricordo di averne già viste.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 23:50 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
due precisazioni Maria per quando scriverai...

Il lineare con l'indicazione della pm3400 è un bollo accessorio, in questo caso un bollo di reparto; solitamente si riscontra su corrispondenze provenienti dai campi di PG per alleati, scritte da soldati italiani di sorveglianza.
Quindi secondo me sono due casistiche diverse, in quanto i guller 3100 e 3200 sono proprio quelli dell'ufficio postale militare di concentramento. Questi erano i bolli "annullatori" , non accessori.
In una delle corrispondenze esposte c'è anche il timbro circolare in inchiostro rosso del pg n. 52 con indicazione della pm3100 (anche questo accessorio come il lineare 3400).

Per quanto riguarda la pm10 secondo me vale il discorso che essendo a Fiume va equiparata ad un timbro di concentramento postale in territorio nazionale. Mentre per quanto riguarda la mia corrispondenza utilizza il PM 10 sez. B, questo viene utilizzato in quel periodo dal Nucleo Staccato di sede in quel periodo a Belgrado, quindi è un uso all'estero di un timbro di PM. E io francamente non ne ho visti altri spediti ad un prigioniero...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 24/02/2021, 23:53 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
per quanto riguarda la spedizione di corrispondenze ante armistizio ecco qua una reggimentale con PM104 (manoscritto pm180) verso l'Egitto...


Allegati:
Digitalizzato_20210223.jpg
Digitalizzato_20210223.jpg [ 903.99 KiB | Osservato 110 volte ]
Digitalizzato_20210223 (2).jpg
Digitalizzato_20210223 (2).jpg [ 645.09 KiB | Osservato 110 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 25/02/2021, 8:35 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Grazie. Bellissima. Hai probabilmente ragione per quanto riguarda il bollo P.M. 10 sez. B , per quanto riguarda il bollo PM 10, invece, ne ricordo più di una.
Ti ringrazio anche per la precisazione sui bolli amministrativi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 25/02/2021, 18:29 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
Grazie Maria. Per il PM10 concordo con te, anche se impronte di guller PM su corrispondenze a pow non è facile trovarne in generale..
Per quanto riguarda il PM3400 ne posto una verso cooperatore, in periodo naturalmente post armistiziale, che era l'altro caso che avevo richiamato.


Allegati:
Digitalizzato_20210225 (2).jpg
Digitalizzato_20210225 (2).jpg [ 399.38 KiB | Osservato 80 volte ]
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 26/02/2021, 10:17 
Non connesso

Iscritto il: 08/09/2012, 13:53
Messaggi: 727
Quest'ultimo timbro è su una cartolina uguale a quella che ho io: sempre 23^ RAF Company a Maison Blanche - Algeri, nell'agosto '45. Bollo assegnato all'Ufficio di Posta Militare dell'aeroporto di Napoli.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 27/02/2021, 17:52 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 4218
l'ufficio di concentramento PM3400 serviva sia l'Esercito che l'Aviazione, come gli altri concentramenti postali. Ma a me risulterebbe dal 23/4/44 nel rione Mater Dei a Napoli, in via Amato da Montecassino (come risulta in Cadioli-Cecchi,edito dallo S.M.E.). L'ufficio rimase in funzione fino al 31/10/1945.
Controlla la data della tua PM3400, magari è una ultima data.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010