Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.
Oggi è 22/05/2019, 22:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 30/12/2017, 18:59 
Non connesso

Iscritto il: 19/12/2017, 12:14
Messaggi: 171
e Federico Morozzo della Rocca mi ha fatto venire in mente un altro grande eroe della prima guerra mondiale riapparso in Etiopia..... il Maggiore Alfredo Patroni che scrive dall'Abissinia al cugino..... (3 MAVM e 2MBVM nella prima, muore in prigionia in Egitto nel 1944 e Caccia Dominioni lo riporta nel Sacrario di El Alamein)


Allegati:
SAM_3190.JPG
SAM_3190.JPG [ 255.92 KiB | Osservato 1083 volte ]
SAM_3189.JPG
SAM_3189.JPG [ 211.88 KiB | Osservato 1083 volte ]
SAMx_3189.jpg
SAMx_3189.jpg [ 185.21 KiB | Osservato 1083 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 30/05/2018, 18:05 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2615
PM 106 18/12/36 Generale MISCHI ARCHIMEDE
comandante 6 div. CCNN Tevere

MISCHI, Archimede.
Allievo della Scuola militare di Modena dal novembre 1904, ne uscì sottotenente due anni dopo, e venne assegnato al 1° reggimento granatieri.
Nel 1908 ottenne una menzione onorevole per l’opera di soccorso prestata a Messina in occasione del terremoto.
Tenente dal luglio 1909, dal settembre 1912 fu in Libia con il battaglione granatieri, rimpatriando nel luglio 1913. Assegnato nel settembre dello stesso anno al 6° reggimento fanteria della brigata Aosta. Destinato al 19° reggimento fanteria e promosso capitano nel dicembre 1914, nel gennaio successivo venne assegnato al 142° reggimento fanteria (brigata Catanzaro) con il quale entrò in guerra.
Nel corso del conflitto, ferito il 26 luglio a Castelnuovo del Carso, ottenne una medaglia d’argento; temporaneamente alla testa di un battaglione, meritò una seconda medaglia d’argento per i combattimenti svoltisi, tra il 21 ottobre e il 1° nov. 1915, a Bosco Cappuccio, dove rimase nuovamente ferito ed ebbe la promozione a maggiore per merito di guerra. Il 6 ag. 1916, sul San Michele, una terza ferita alla spalla sinistra gli meritò una terza medaglia d’argento e, a ottobre, per il suo comportamento complessivo nel corso della guerra e in particolare per la difesa del Monte Cengio, fu insignito della croce di cavaliere dell’Ordine militare di Savoia. Assegnato, il 26 genn. 1917, al 90° reggimento fanteria (brigata Salerno), ne guidò un battaglione rinforzato all’assalto delle trincee nemiche a Hudi Log, sul Carso, ottenendo un’altra medaglia d’argento e riportando una ferita al braccio sinistro che gli causò un’invalidità permanente. Ricoverato in un ospedale militare, ottenne poi, il 25 novembre, la promozione a tenente colonnello e venne destinato il 3 luglio 1917 al deposito fanteria di Genova. Le sue condizioni di salute lo obbligarono però successivamente a una lunga permanenza presso il centro fisioterapico del VII corpo di armata, protrattasi dal 14 ag. 1918 al 6 dic. 1919, con intervallo di tre mesi e mezzo, tra il 17 dic. 1918 e il 1° apr. 1919, durante il quale il M. fu destinato alla sottocommissione addetta all’interrogatorio degli ex prigionieri rimpatriati, a Firenze.
Assegnato, il 6 dic. 1919, al deposito dell’81° reggimento fanteria a Roma, a disposizione del ministero degli Interni, probabilmente per l’organizzazione della regia guardia di pubblica sicurezza, il M. fu temporaneamente trasferito al 226° reggimento fanteria il 19 ott. 1920 e, dieci giorni dopo, al 6° fanteria a Palermo, del cui tribunale militare speciale fu nominato giudice supplente il 7 luglio 1921 (incarico mantenuto fino al 4 maggio 1924). Il 22 ott. 1922 era stato trasferito alla locale scuola allievi ufficiali di complemento e sottufficiali dove rimase fino al 14 marzo 1926 quando, a domanda, venne posto in aspettativa per riduzione di quadri.
Il 26 apr. 1927, il Mischi si iscrisse alla MVSN e, dopo aver ottenuto, in ausiliaria, la promozione a colonnello con anzianità 2 febbr. 1927, ebbe subito il comando della 171° legione Vespri di Palermo, con il grado di console, equivalente, appunto, a quello di colonnello.
Nell’ottobre 1932 richiamato in servizio temporaneo dal R. Esercito per conto e a disposizione del ministero delle Colonie, fu inviato in Cirenaica al comando della 2ª legione libica della Milizia «Berenice». In Libia, però, le operazioni per la riconquista si erano ormai concluse e il M. dovette rassegnarsi a una tranquilla vita di guarnigione coloniale, che gli fruttò comunque, nel settembre 1934, la promozione a console generale (generale di brigata) della Milizia e, il 20 giugno 1935, quella a generale di brigata del R. Esercito per meriti eccezionali.
In vista della guerra con l’Etiopia, il 3 giugno 1935 il M. fu destinato alla divisione Camicie nere «XXI Aprile» (3ª), come vicecomandante sbarcò in Eritrea il 12 settembre. Durante la campagna, il 29 febbr. 1936, ad Acab Saat, per aver condotto personalmente all’assalto le proprie truppe ebbe modo di meritarsi un’ultima medaglia d’argento. Il M. rimase in Africa Orientale anche dopo la fine della guerra.
Con le truppe della divisione Camicie nere «Tevere» (6ª), delle cui funzioni di comando era stato incaricato il 25 sett. 1936, partecipò alle operazioni contro ras Destà. Promosso poi luogotenente generale della Milizia, il 21 giugno 1937, e generale di divisione dell’esercito a novembre, il M. fu nominato, a dicembre, ispettore delle Camicie nere in Africa Orientale reggendo al contempo il comando della 6ª brigata mista Camicie nere Tevere. Durante la sua permanenza oltremare il M. svolse anche mansioni politico-amministrative quale commissario, dapprima a Moggio e poi a Dessiè.
Rimpatriato il 1° sett. 1938, il M. nel maggio 1939 fu incaricato del comando della Milizia confinaria.
Nell’ambito della MVSN, la Milizia confinaria aveva come compito istituzionale la sorveglianza delle frontiere terrestri per impedire espatri e ingressi clandestini ed era organizzata con un comando a Torino e quattro legioni dislocate lungo l’arco alpino per complessivi 120 ufficiali e 2200 sottufficiali e militi.
Il M. resse il comando della Confinaria sino al 1943, tranne un periodo di alcuni mesi – tra il gennaio e l’ottobre 1941 – in cui venne distaccato come ufficiale di collegamento della Milizia presso l’11ª armata, sul fronte greco-albanese.


Allegati:
Digitalizzato_20180530 (2).jpg
Digitalizzato_20180530 (2).jpg [ 48.37 KiB | Osservato 1025 volte ]
mischi archimede.jpg
mischi archimede.jpg [ 25.64 KiB | Osservato 1025 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 29/06/2018, 22:13 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2615
Achille Starace (Sannicola, 18 agosto 1889 – Milano, 29 aprile 1945) è stato un generale, politico(4 volte deputato) e dirigente sportivo italiano. È stato per otto anni (dal 1931 al 1939) segretario del Partito Nazionale Fascista, presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, commissario straordinario della Lega navale italiana, luogotenente generale della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale.
A marzo 1936 Starace partì per l'Abissinia raggiungendo Asmara. Il 15 marzo 1936 Starace ripartì alla volta di Gondar alla testa di una colonna motorizzata, composta in prevalenza da camicie nere e bersaglieri occupando la città il 1º aprile. La colonna guidata da Starace proseguì la sua marcia su Gorgorà raggiungendo il lago Tana e poi Bahar Dar.
Decorazioni Medaglia d'argento al valor militare
Medaglia di bronzo al valor militare (4)
Croce al Merito di Guerra - Concessione per Valore Militare
Croce al merito di guerra
Medaglia oro e argento Marcia su Roma


Allegati:
Digitalizzato_20180530.jpg
Digitalizzato_20180530.jpg [ 46.58 KiB | Osservato 980 volte ]
Digitalizzato_20180530 (3).jpg
Digitalizzato_20180530 (3).jpg [ 27.8 KiB | Osservato 980 volte ]
Achille_Starace_in_Africa_Orientale.jpg
Achille_Starace_in_Africa_Orientale.jpg [ 1.89 MiB | Osservato 980 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 30/06/2018, 10:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/05/2015, 19:41
Messaggi: 2749
Località: COLLEGNO (TORINO)
p.m.pistoia ha scritto:
Achille Starace (Sannicola, 18 agosto 1889 – Milano, 29 aprile 1945) è stato un generale, politico(4 volte deputato) e dirigente sportivo italiano. È stato per otto anni (dal 1931 al 1939) segretario del Partito Nazionale Fascista, presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, commissario straordinario della Lega navale italiana, luogotenente generale della Milizia volontaria per la sicurezza nazionale.
A marzo 1936 Starace partì per l'Abissinia raggiungendo Asmara. Il 15 marzo 1936 Starace ripartì alla volta di Gondar alla testa di una colonna motorizzata, composta in prevalenza da camicie nere e bersaglieri occupando la città il 1º aprile. La colonna guidata da Starace proseguì la sua marcia su Gorgorà raggiungendo il lago Tana e poi Bahar Dar.
Decorazioni Medaglia d'argento al valor militare
Medaglia di bronzo al valor militare (4)
Croce al Merito di Guerra - Concessione per Valore Militare
Croce al merito di guerrap
Medaglia oro e argento Marcia su Roma

Complimenti Enrico, è molto interessante la cartolina di Starace dal Lago Tana.Riccardo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 30/06/2018, 11:26 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2615
grazie Riccardo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: personaggi importanti
MessaggioInviato: 15/12/2018, 12:51 
Non connesso

Iscritto il: 09/09/2012, 20:39
Messaggi: 2615
Questa busta è indirizzata ad un personaggio...importante.... Brooklyn 27/5/1936
dagli Stati Uniti nel Maggio 1936 evidentemente un emigrante (non solo uno, visto che l'indirizzo stampato farebbe pensare ad una iniziativa collettiva di italo americani...) si sentì probabilmente (non ho l'interno della lettera col testo purtroppo) di esprimere il proprio sentimento di orgoglio nazionale dopo la proclamazione dell'Impero.


Allegati:
Digitalizzato_20181215 (3).jpg
Digitalizzato_20181215 (3).jpg [ 39.07 KiB | Osservato 360 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010